Anticipo TFS dipendenti pubblici: Dadone firma accordo ABI ‘siamo arrivati finalmente al capitolo finale’

Anticipo TFS la ministra Dadone firma l’accordo quadro dell’ABI: ‘l’Inps potrà ricevere le vostre domande per vedere, finalmente, riconosciuto un vostro sacrosanto diritto’.

L’anticipo TFS fino a 45.000 euro inserito nel decreto legge n. 4/2019 sembra arrivato allo step finale. Ieri, la ministra ha firmato l’accordo quadro con l’associazione banche italiane. L’accordo stabilisce le modalità di presentazione delle domanda degli aventi diritto all’anticipo del Trattamento di fine servizio o fine rapporto.

La ministra Dadone: post di Facebook sull’anticipo TFS

In una diretta Facebook la ministra Fabiana Dadone, spiega il percorso ai tanti lettori che le hanno scritto e chiesto spiegazioni dell’enorme ritardo. Ecco cosa riporta il post di Facebook sotto al video:

“Siamo arrivati finalmente al capitolo finale per l’anticipo del #TFS: ho appena posto la mia firma sull’accordo quadro con l’Associazione delle banche italiane che stabilisce le modalità per la presentazione della domanda.
Non appena anche l’Abi, il Ministro del Lavoro e il Ministro dell’Economia e Finanze apporranno la firma, l’Inps potrà iniziare ad accettare le domande. 

So che è passato molto tempo dall’emanazione del decreto, circa 3 mesi, e so che molti di voi si aspettavano, giustamente, tempi più brevi. Ma, come ben sapete, avendone seguito l’iter, si è trattato di un passaggio molto lungo e complicato, il cui perfezionamento ha coinvolto tre ministeri (Lavoro, Mef e Funzione pubblica) oltre naturalmente ad Abi e Inps. La bozza di accordo ha inoltre richiesto il parere del Garante Privacy e dell’Agcm. Siamo ora al giro delle firme finali.
Un processo articolato, dicevamo: ho cercato di accelerare al massimo il lavoro del nostro dipartimento e ho stimolato le altre amministrazioni in merito.

Mi avete giustamente scritto in tanti, anche quotidianamente: ora finalmente, una volta apposte le firme che auspico non tarderanno, l’Inps potrà ricevere le vostre domande per vedere, finalmente, riconosciuto un vostro sacrosanto diritto“.

Anticipo TFS 

L’anticipo del TFS dei dipendenti pubblici con un tetto massimo di 45.000 euro, entrato in vigore nel decreto legge numero 4/2019 e prevede  l’accordo tra il Ministero del lavoro, l’Inps e l’Abi  sulle modalità e i tassi agevolati del prestito bancario. Finalmente, ieri la ministra Dadone ha annunciato che l’accordo quadro mancante con l’Abi è stato firmato. Un grande passe verso la fine di una tormentata burocrazia. 

Troverete qui una guida completa sulla convenienza dell’Anticipo TFS: beneficiari, finanziamento, calcolo, interessi e aliquota Irpef


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”