Anticipo TFS: si attende il via libera del Consiglio dello Stato, continuano le proteste

Anticipo TFS o TFR dipendenti pubblici presentato un emendamento per accelerare i tempi ormai oltre ogni limite di attesa.

Ci sono novità sull’anticipo del TFS o TFR, è stato presentato un emendamento per accelerare i tempi ormai oltre ogni limite di attesa, si attende il via libera del Consiglio dello Stato. Nell’attesa e nella speranza che la misura approvata nel D.L n. 4/2019 sia resa effettiva, continuano le protese dei pensionati, come promesso noi pubblicano tutte le lettere che arrivano tramite i nostri canali di comunicazione.

Ho dato una vita al lavoro

Buonasera sono uno dei tanti pensionati che aspettano il tfs sono in pensione dal primo gennaio2019 dopo 44 anni di contributi versati 64 anni di età. Ho dato una vita al Comune di Napoli come sottufficiale Polizia Municipale.Pubblicate questa mia protesta grazie

L’anticipo TFS è un diritto acquisito dopo anni di lavoro

Spett. Le Redazione di Notizieora,

sono una pensionata statale, dal primo settembre, con quota 100 (41 anni e 3 mesi di servizio e 64 anni di età) . Sarei potuta andare in pensione l’anno prossimo collocata d’ufficio per raggiungimento dei 65 anni e 42 anni e 3 mesi, con liquidazione del TFR, dopo un anno.

Avendo avuto l’opportunità di andare in pensione poco più di un anno prima e soprattutto di ricevere l’anticipo di 45.000 euro, praticamente subito, ho approfittato di quest’opportunita’.

Mi sento tradita come cittadina e come elettrice.

Ho letto, nella vostre notizie, che stasera un’importante TV parlerà del problema (quale TV?) e per questo vi ringrazio.

Vi chiedo, però, di provare con tutte le reti televisive e radiofoniche e a anche di provare ad intervistare i politici che avevano promesso questa opportunità e che ritengo ci debbano una risposta. 

Grazie per il vostro interessamento alla questione e di dare voce alla nostra legittimità richiesta.

Cosa devo aspettarmi dal carrozone Inps?

Sono in insegnante che, con 40 anni e 5 mesi di servizio e con 64 anni di eta’ sono in pensione dal 1 settembre 2019.
Tutti gli esperti ai quali mi sono rivolta, patronati, sindacati ecc ecc.  mi dicono che l’Inps ha l’obbligo di rilasciare la certificazione per la liquidazione in regime ordinario.
Ho fatto tale richiesta oltre 1 mese fa….
Io regolarmente sarei dovuta andare in pensione il 1 settembre del 2020.
Quindi la data della mia pensione senza la quota 100 e’ palese…..Cosa è, che potrebbe ostacolare tale calcolo??
Io non voglio rientrare nel regime straordinario previsto dalla legge quota 100, ma a regime ordinario.
La mia banca, banca di C., non ha nessun problema a erogarmi l’anticipo a tassi ovviamente di mercato.
Che cosa mi devo aspettare dal carrozzone Inps?
Grata per l’attenzione ed in attesa di Vs news, cordiali saluti.

Esprimo il mio sdegno per l’ingiustizia che stiamo subendo

Sono in pensione dal 01/09/2019 come ex docente di suola secondaria di II grado

Con 40 anni  e due mesi. Scrivo questa lettera per esprimere tutto il mio sdegno

E protestare per l’ottenimento della liquidazione del mio TFR tra circa 7 anni.

E’ una ingiustizia avendo già versato i contributi per una vita. Che fine hanno fatto?

Questo è un mio diritto acquisito e come me tanti altri pensionati stanno protestando.

Mi chiedo dove sono i sindacati a proteggerci? A parte che non l’hanno mai fatto.

Svegliamoci italiani

VERGOGNOSO sarebbe poco per una classe dirigente che gioca con il danaro e il FUTURO dei cittadini italiani, che dopo 41/42 anni di versamenti INPS perdono i propri diritti acquisiti. Siamo passati IN POCHI ANNI dai 15 ANNI DI CONTRIBUTI necessari per la PENSIONE ai 43 ANNI e oltre per un DIRITTO SACROSANTO SANCITO DALLA COSTITUZIONE.  ANDIAMO TUTTI A ROMA A MANIFESTARE !!!!! SVEGLIAMOCI ITALIANI.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Se anche tu vuoi scrivere la tua opinione su qualsiasi argomento scrivi a notizieora.it@gmail.com
La tua lettera sarà vagliata dalla redazione e, se ritenuta idonea, pubblicata.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”