App per le mamme: gravidanza, prima e dopo il parto, allattamento, consigli e informazioni utili

Il ministro della salute Giulia Grillo pensa alle mamme e ai loro bambini con l’app “Mamma in salute”, presentata il 12 maggio scorso.

La politica pensa alla figura della mamma e lo fa con la persona del ministro della Salute Giulia Grillo, la quale, lo scorso 12 maggio 2019, giorno della Festa della mamma, ha annunciato la nascita dell’app del tutto gratuita e disponibile negli store di tutti i cellulari “Mamma in salute”. Vediamo insieme nel dettaglio di cosa si tratta l’app lanciato dal ministro della Salute.

“Mamma in salute”, le parole del ministro della Salute Giulia Grillo

Durante la presentazione dell’app, il ministro della salute Giulia Grillo da iniziato un discorso parlando in primis della sua esperienza di madre. Questa, per la donna, risulta essere la prima festa della mamma, sia come donna che come ministro. Giulia Grillo afferma dicendo che, mentre era nel periodo della gravidanza, in particolare nei primi mesi, riteneva che fosse molto importante avere dalla sua parte delle informazioni certificate che fossero in grado di rispondere ai numerosi dubbi che tutte le mamme alle prime armi hanno.

Su questa sua personale ed intima esperienza, ha fatto richiesta al ministero di sviluppare un’App che avesse la capacità di accompagnare le donne e chi sta loro vicino, in tutte le fasi della maternità, riportando tutte le informazioni certificate necessarie, e che fosse completamente gratuita e senza pubblicità. Ha continuato affermando di quanto fossero importanti la salute sia della mamma che del suo bambino per tutta la comunità.

Ovviamente, tutto questo può essere possibile solo se lo stato si mette al servizio dei suoi cittadini, senza lasciarli mai da soli. Infine, ha concluso rivolgendosi anche alle società scientifiche del settore, ritenendo molto importante il lavoro che i professionisti svolgono nel quotidiano, e di come esso possa davvero aiutare non solo le mamme, ma tutta la comunità che si prepara ad accogliere un bambino/a in questo contesto.

L’app al servizio della mamma, cosa c’è da sapere

Passando alla descrizione dell’app sopra riportata, essa è formata da tre sezioni informative: prima della gravidanza, gravidanza e parto, dopo il parto e allattamento. Tutte e tre le sezioni consentono alla donna, che ha in programma una gravidanza, di ricevere i consigli e le informazioni utili.

All’interno dell’app è possibile pertanto trovare oltre al collegamento con la mappa dei Centri per la procreazione medicalmente assistita, anche i riferimenti dei consultori familiari su tutto il territorio nazionale, ma anche cosa sono e dove si possono trovare le banche del latte. Insomma, questi sono solo alcuni dei servizi di cui la mamma in piena gravidanza può servirsi.

Grazie alla presenza della mappa dei punti nascita sarà possibile per la mamma localizzare le strutture assistenziali dove avrà la possibilità di partorire, con tanto di informazioni dettagliate sul numero di culle, la presenza dell’unità di neonatologia e di terapia intensiva neonatale, il pronto soccorso pediatrico, il volume di parti effettuati nella struttura.

Inoltre, l’app presenta anche una funzione davvero personale, cioè il Diario della gravidanza personalizzato in cui sarà possibile registrare i risultati delle indagini diagnostiche-strumentali effettuate e delle visite ginecologiche.

Tale funzione si collega automaticamente a quella del cellulare, avendo modo così di ricordare alla donna gli appuntamenti più importanti per tutti i nove mesi di gravidanza. Infine, ma non per importanza, l’utilizzo dell’App permette di tutelare la privacy ed è privo di messaggi di natura commerciale.

“Mamma in salute”, chi c’è dietro

L’App è stata realizzata a cura della Direzione generale della comunicazione e dei rapporti europei e internazionali, della Direzione generale della digitalizzazione, del sistema informativo sanitario e della statistica, della Direzione generale della prevenzione sanitaria.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.