Arriva la bolletta con su scritto che se non paghi applicano la penale, la sospensione per coronavirus una bufala?

Bollette: Tim non si ferma, arriva la bolletta con su scritto che se non paghi applicano la penale, la sospensione per coronavirus una bufala?

Stanno arrivando le bollette da pagare e ci si aspettava almeno una maggiore flessibilità nei pagamenti. Invece, la bolletta della Tim arriva senza nessuna notizia di sospensione o un minimo di considerazione del periodo che stanno affrontando i suoi clienti, anzi nei vari fogli troverete anche “comunicazione importante”: vi informa che se non pagate vi applicano una penale. 

Bolletta TIM: penale commisurata su una percentuale dell’importo da pagare

In caso di pagamento della fattura effettuato con ritardo rispetto alla data di scadenza indicata. TIM potrà applicare una penale, pari ad una percentuale dell’importo da pagare, commisurata all’entità del ritardo (art. 19 Condizioni Generali di Abbonamento al Servizio Telefonico, art. 21 Condizioni Generali di contratto Offerta Fibra). [….]

La comunicazione continua fino ad arrivare alla sospensione del pagamento.

Bollette luce, acqua e gas non pagate: niente distacco per i morosi fino a 13 aprile

Ci si chiede ma la sospensione bollette è una bufala?

Non è una bufala, ma non è per tutti. L’unico decreto che fa riferimento alla sospensione del pagamento delle bollette delle utenze domestiche, è il numero 9 del 2020, ed  individua 11 Comuni considerati, allora, zona rossa: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e Vo’.

All’atto dell’emanazione del decreto, i comuni a zona rossa erano quelli elencati. Adesso i comuni a zona rossa sono in tutt’Italia, ma non si è proceduto a formulare un nuovo decreto. Quindi, le condizioni restano invariate, in poche parole bisogna pagare e anche alla scadenza altrimenti, applicano sanzioni e interessi.

La proposta di Salvini

La proposta di Matteo Salvini, in un’intervista faceva presente la necessità di eliminare l’IVA delle bollette di utenze: “Dopo aver sconfitto il virus lasciamo liberi gli italiani di attivarsi, basta che nel 2020 lo stato non si faccia vivo con Equitalia con le cartelle esattoriali e un’altra proposta, visto che gli italiani sono costretti a stare a casa e quindi i consumi delle bollette luce e gas sono aumentate, proponiamo di togliere l’Iva dalle bollette.

Gli italiani consumano di più ed è giusto che paghino il costo, ma senza Iva. In questo momento di COVID-19 bisogna togliere le tasse dello stato sulle bollette”.

Al momento niente è stato fatto, si spera in una misura a breve.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”