Arriva l’app antispreco per fare spesa spendendo 3 volte meno

Arriva l’app antispreco che permette di fare la spesa con una cifra che varia da 2 a 6 euro abbattendo i costi di un terzo: vediamo di cosa si tratta.

Si tratta di “to good to go” l’app antispreco che dopo essere approdata a Milano, Firenze, Torino e Genova, sbarca anche a Bologna dove è accolta con entusiasmo dai cittadini che evitano, così, lo spreco alimentare.

Oltre 12milioni di persone hanno già scaricato To good to go, l’app che permette di evitare gli sprechi alimentari, permettendo ai negozianti di vendere ad un prezzo di un 1/3 rispetto al prezzo reale prodotti che altrimenti avrebbero dovuto buttare via anche se ancora freschi, e ai consumatori di abbattere il costo della spesa.

To good to go: come funziona?

Si deve scaricare l’app sul Play store per poter acquistare un pacco a sorpresa contenente la spesa della giornata a un terzo del suo reale prezzo, salvando chili e chili di cibo ancora buono dalla spazzatura ( e ovviamente risparmiando). Panifici, panetterie, supermercati, bar aderiscono a decine all’iniziativa.

Lo shopper deve portarlo il cliente da casa e per una manciata di euro (da 2 a 6) se la vedrà riempire dl negoziante. Un esempio: Con 5 euro un consumatore ha ricevuto 3 panini farciti, una focaccia e 2 pizze.

Il trucco che permette una spesa con tale abbattimento dei prezzi è che i prodotti messi in vendita sono invenduti del giorno prima che in alternativa dovrebbero essere buttati anche se sono ancora consumabili. E’ bene sottolineare che lo spreco alimentare costa ad ogni famiglia italiana 700 euro l’anno, cifra che s potrebbe convertire in una vacanza breve, ad esempio.

I locali che aderiscono all’iniziativa nelle città dove è già sbarcata, si stanno moltiplicando così come i consumatori che utilizzano l’app.

A fine giornata, o all’inizio di quella successiva gli esercizi commerciali fanno il conto del cibo rimasto invenduto e lo mettono a disposizione sull’app, dove i cienti potranno prenotarlo e passarlo a prendere all’orario indicato. Nelle magic box, però, c’è l’effetto sorpresa: non si sa con esattezza cosa la magic box conterrà  ma solo la categoria alimentare di riferimento..

To Good to go è un’iniziativa nata in Danimarca nel 2015 e sbarcata in Italia solo da un anno nel quale ha evitato lo spreco di 42mila pasti tra Milano, Genova, Firenze e Torino, sbarcando ora anche a Bologna.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.