Arrosto di maiale in pentola, ricetta per 6 persone

Ecco come fare un arrosto di maiale in pentola ricetta di famiglia tramandata da mia madre a me.

L’arrosto è un secondo piatto della tradizione italiana, chi non ha almeno una volta nella vita preparato un buon arrosto. Gli arrosti che siano di maiale o di bovino si possono preparare in diversi modi; in pentola, in forno o anche in pentola a pressione, sono buoni per un pranzo domenicale, ma anche comodi prepararli in anticipo e farcire dei panini per le gite fuori porta o per il mare. Questa ricetta è quella che prepara mia madre la domenica quando ci riuniamo  in famiglia per un pranzo tutti insieme. Semplice da fare la carne rimane morbida e succosa la si può accompagnare con qualsiasi contorno a seconda della stagione e delle verdure disponibili; noi abbiamo optato per le patate perché in famiglia ne vanno pazzi.

Arrosto di maiale occorrente e preparazione

Per la preparazione di questo arrosto occorre un pezzo di arista di maiale che va infarinato e soffritto in tutti i lati che serve per sigillare l’esterno della carne così i succhi rimangono all’interno rendendola morbida e succosa. Dopo la cottura la carne va coperta con foglio di alluminio e strofinaccio, per fare sì che si mantenga calda e morbida. Andiamo alla ricetta.

Ingredienti

1 kg di arista di maiale

Farina q.b.

Burro q.b

Olio extravergine d’oliva

Cipolla

Alloro

Rosmarino

Zenzero

Noce moscata

Sale

Pepe

1 bicchiere di vino bianco

Preparazione

Infarinare il pezzo di arista in tutti i lati, in una padella o tegame capiente da contenere il pezzo di carne e gli aromi, mettere un pezzetto di burro e un po’ d’olio extravergine d’oliva e far scaldare e appena il burro si scioglie aggiungere il pezzo di carne far rosolare in tutti i lati appena rosolati aggiungere il vino e lasciare sfumare; intanto prepariamo gli aromi, appena il vino evapora aggiungiamo gli aromi e le spezie, lo zenzero va bene un pezzetto da 2 cm, aggiungere sale e pepe.

Copriamo e facciamo cuocere lentamente per una mezz’ora, rigirando la carne di tanto in tanto. Se occorre si può aggiungere un mezzo bicchiere d’acqua. A cottura ultimata, l’ideale sarebbe misurare l’interno della carne con un termometro, la temperatura dev’essere di 62°, coprire con foglio d’alluminio e strofinaccio.

Al momento di servire la carne preleviamo dal tegame e la affettiamo su un tagliere, intanto mettiamo il tegame con il sughetto sul fuoco per riscaldarlo e condire le fettine di carne. Servire con patate.

Arrosto con patate

 

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.