Notre Dame di Parigi, breve storia ed architettura di uno dei capolavori del gotico

La cattedrale di Notre Dame di Parigi non solo affascina per il romanzo di Victor Hugo, ma anche perché è uno degli edifici gotici più belli che esistano. Meta di tantissimi turisti, fu preceduta da un’altra cattedrale di origine romana.

We cannot display this gallery

Famosa per la sua maestosità e per le storie a cui è legata, come il romanzo di Victor Hugo, Notre Dame di Parigi è una dei capolavori assoluti dell’architettura. Nel particolare, la cattedrale è uno dei più famosi esempi di architettura gotica, che ancora oggi affascina le persone ed è meta di numerosi turisti. Ma prima di recarsi a Notre Dame di Parigi è bene conoscere la storia è magari un po’ di architettura.

Breve storia della cattedrale di Notre Dame di Parigi

A differenza di quanto si possa pensare, la cattedrale in questione è stata preceduta da un edificio, una cattedrale dell’epoca romana dedicata a Santo Stefano. Oltre al pievano, la precedente cattedrale aveva anche il battistero, ed era situata più ad ovest di quella odierna. Con il vescovo e teologo Maurice de Sully nel 1160 la cattedrale di Santo Stefano venne distrutta e nel 1163 fu costruita l’attuale Notre Dame di Parigi. Tutto il lavoro venne finanziato non solo dalla monarchia francese ma anche dalla chiesa, e vi lavorarono la maggior parte della cittadinanza.

Lo stile gotico che ha segnato un’epoca

Come alcuni studiosi ritengono, la cattedrale di Notre Dame di Parigi è stata la prima ad avere gli archi a sesto acuto, che in realtà sono di origine araba e non gotica. Altri elementi tipici del gotico sono le due torri, che simboleggiano un chiaro riferimento alla monarchia del tempo. Oltre ad essere altissime sono anche svuotate da questi archi; altro grande elemento del gotico, ma che era già presente nel romanico è il rosone posto al centro della struttura. Altra caratteristica sono i gargoyle, che assieme alle statue nelle nicchie, sono tipiche del gotico. Il motivo di tutte queste aperture e lunghezze che sembrano sfiorare il cielo, è legato alla teologia della luce, secondo cui tutto doveva essere luminoso e molto alto per avere una diretta connessione col divino.

La cattedrale di Notre Dame di Parigi ed il vandalismo

Quello che non si sa maggiormente è che Notre Dame di Parigi fu vittima di vandalismo negli anni della sanguinosa rivoluzione francese. La cattedrale presenta sotto la balaustra e sopra i 3 portoni, la galleria dei re, con esattezza 28 re che rappresentavano 28 generazioni di re biblici. Col passare del tempo, però queste statue divennero la rappresentazione della famiglia reale. Per questo motivo durante la rivoluzione francese le statue vennero decapitate. Al giorno d’oggi sono disponibili presso il museo della chiesa di Cluny.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.