Ascoltare della musica in gravidanza aiuta il feto, lo dice la scienza

Ascoltare della musica in gravidanza fa bene al feto e alla mamma? Quale tipologia di musica bisogna ascoltare? Può essere di aiuto?

La gravidanza è un momento molto particolare per la vita di una donna, cambiano tante cose sia dentro che fuori, e soprattutto si è custodi di una nuova vita che sta per nascere. Si diventa responsabili non solo di chi si porta in grembo, ma anche di noi stesse: dobbiamo stare bene, non affaticarci. Un aiuto alle donne in gravidanza è la musica. Ascoltare la musica durante la gravidanza fa bene non solo alla donna stessa, ma anche al bambino perché permette allo stesso di sviluppare tutte le competenze percettive che possiede, ma permette anche di avere un aiuto in più per quanto riguarda il linguaggio.

La musica fa bene al bambino o alla bambina durante la gravidanza? Assolutamente si

In uno studio scientifico che si concentrava proprio su questo quesito sono state prese come soggetto delle donne incinte.

Hanno dato loro una lista di canzoni che erano in grado di generare diverse emozioni.

Dallo studio è emerso che le donne in gravidanza mostravano intolleranza nei confronti di quelle canzoni dai suoni sgradevole mentre stavano bene con delle canzoni aventi suoni più armoniosi.

E’ stato scoperto poi che la musica durante la gravidanza si comporta come una sorta di coccola nei confronti del feto.

Se la mamma prova un’emozione piacevole, proverà la stessa cosa il bambino o la bambina nella pancia e questo vale anche per le emozioni spiacevoli.

La domanda principale è la seguente: quale tipologia di canzoni bisogna ascoltare quando si è in gravidanza? Esiste una sola tipologia esclusiva oppure va bene qualsiasi canzone di nostro gradimento?

Altra questione: è meglio ascoltare la musica classica e allontanare delle musiche troppo forti?

E’ più semplice di ciò che si può pensare: bisogna ascoltare la musica che più si piace per stare bene e per far star bene chi abbiamo nella nostra pancia.

 

Leggi anche:

Ritardo ciclo mestruale, quando la causa non è una gravidanza improvvisa


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.