Assegni al nucleo familiare: che fare in caso di richiesta restituzione somme percepite?

Quando le somme erogate indebitamente a titolo di assegni al nucleo familiare devono essere restituite all’INPS?

L’assegno al nucleo familiare può essere richiesto anche da

l nonno per il nipote ma solo nel caso si rispettino tutti i requisiti richiesti. Uno dei requisiti fondamentali da rispettare è che il nonno provveda abitualmente al mantenimento del nipote perchè i genitori sono privi di reddito.

Assegni al nucleo familiare da restituire

Un lettore scrive per spiegare la sua situazione dopo che l’INPS gli ha chiesto la restituzione degli assegni al nucleo familiare indebitamente percepiti dal 2017:

 Buongiorno  avrei bisogno di aiuto con qualche normativa o circolare che mi dica che l’INPS non può togliermi quello che mi ha concesso dopo regolare domanda annuale e regolare accoglimento da parte dell’istituto
 Ho ricevuto una richiesta bonaria  dall’INPS di Cassino FR con cui mi chiedono la restituzione degli assegni del nucleo familiare percepiti indebitamente dal 2017 .
Tutto è cominciato da una telefonata a num verde dell’INPS , un operatore mi disse che se i miei genitori non avevano un reddito sufficiente per sostenere i figli, io, come nonno potevo richiedere gli assegni del nucleo f per i miei nipoti. Mi recai dal caf e diedi mandato di inoltrare la richiesta che dopo tanti solleciti alla fine venne soddisfatta con arretrati di due anni e non di cinque come richiesto,  da allora gli assegni zoppicando zoppicando mi venivano concessi fine a fine anno, poi bisognava riproporre la domanda, poi ostruzionismo, solleciti  fin ad ottobre quando in seguito a un rifiuto, mi recai a sollecitare ed ebbi un incidente in cui ci rimisi quel poco che avevo percepito,  comunque, loro dissero che bisognava aggiungere agli atti anche un’autocertificazione i cui i miei 
consuoceri dichiaravano di non percepire  già loro gli assegni  per i due minori.  Comunque  oggi ho in corso  in un’altra domanda per l’assegno relativo all’anno corrente  che risulta accolta e che doveva essere in pagamento con la pensione di Agosto. 
Le invio la lettera che ho ricevuto dall’inps per appropriazione di somme indebite tutte erogate dopo la regolare presentazione e approvazione della richiesta di riconoscimento assegni del nucleo familiare. se può darmi un parere sulla faccenda e sulle vie da seguire la ringrazio e la saluto cordialmente 

Assegni familiari e accertamento del diritto

Quando si richiedono gli assegni al nucleo familiare per i nipoti si deve autocertificare che se ne ha diritto. Tale dichiarazione deve, appunto, specificare che si mantengono i nipoti perchè i genitori degli stessi sono privi dei redditi che gli permettano di mantenere i figli.

Nell’avviso bonario dell’INPS si legge che lei ha ricevuto sulla pensione delle somme non dovute perchè: “da controlli effettuati sulle autocertificazioni allegate alle domande di ANF nipote con le quali è stato chiesto il diritto a decorrere dal 1/2015, è emerso che i genitori dei minori sono titolari di redditi da P.IVA, Carta Rei, RDC, Carta Acquisti e terreni agricoli.”.

L’INPS, quindi, dopo aver verificato la veiridicità delle sue autodichiarazione ha riscontrato che i genitori dei nipoti per il quali ha richiesto ANF sono titolari di redditi (e per  questo sono in grado di mantenere i figli) e questo fa decadere il diritto del nonno a percepire gli assegni al nucleo familiare per i nipoti.

Purtroppo quando l’INPS eroga delle somme non spettanti e l’indebita erogazione è causata da dichiarazioni fallaci del contribuente, quest’ultimo è obbligato a restituire le somme percepite indebitamente.

Purtroppo, in questo caso, non ci sono vie da seguire per non restituire le somme all’INPS a meno che quanto sostenuto dall’istituto sui redditi percepiti dai genitori dei minori non sia corrispondete al vero.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.