Assegni al nucleo familiare figli maggiorenni invalidi: spetta con invalidità al 75%?

Per i figli maggiorenni e invalidi l’assegno al nucleo familiare spetta solo nel caso che sia certificata l’assoluta e permanente inabilità a qualsiasi proficuo lavoro.

Gli assegni al nucleo familiare sono erogati dall’INPS alle famiglie che rispondono a determinati requisiti reddituali e di composizione del nucleo familiare. Per i figli gli ANF spettano sempre se minorenni, solo in alcuni casi quando compiono la maggiore età. Cerchiamo di capire in caso di figlio invalido maggiorenne quando spetta l’assegno al nucleo familiare.

Assegno al nucleo familiare figlio invalido

Una lettrice, per capire se gli spettano gli assegni al nucleo familiare per il figlio maggiorenne ed invalido, scrive per chiedere:

Buonasera, volevo chiedere se mi spettavano ancora gli assegni familiari essendo vedova e avendo un figlio di 20 anni a carico con disabilità al 75% non lavorante.Io lavoro per una cooperativa e guadagno circa €950 al mese. Grazie

L’assegno al nucleo familiare per i figli maggiorenni viene erogato dall’INPS solo e soltanto dietro presentazione di domanda di autorizzazione di inclusione nel nucleo familiare a cui deve seguire domanda per l’erogazione dell’ANF; per i figli maggiorenni gli assegni al nucleo familiare spettano solo in due casi specifici che sono:

  • Figlio maggiorenne studente con età compresa tra 18 e 21 anni solo nel caso che appartenga ad un nucleo familiare considerato numeroso in cui siano presenti almeno 4 componenti di età inferiore ai 26 anni;
  • figlio maggiorenne, a carico del genitore richiedente, che sia totalmente e permanentemente inabile a qualsiasi proficuo lavoro, indipendentemente dall’età.

L’inabilità lavorativa, solitamente, è certificata con invalidità al 100%. Nel caso di suo figlio, quindi, pur essendo invalido al 75% e pur essendo ancora a suo carico gli assegni al nucleo familiare dopo il compimento della maggiore età non spettano proprio perchè manca la certificazione che attesti che è permanentemente inabile a qualsiasi lavoro.

In ogni caso, essendo suo figlio invalido al 75% ha diritto a percepire, avendo compiuto i 18 anni, la pensione di invalidità civile che è riconosciuta per la riduzione dell’abilità lavorativa dal 74 al 99%. Avrà diritto, dietro presentazione di apposita domanda, quindi, alla pensione di invalidità civile pari ad un rateo mensile di 285,66 euro per 13 mensilità l’anno.

Per approfondire consiglio la lettura dell’articolo: Assegni nucleo familiare con figlio diventato maggiorenne, cosa cambia nella richiesta?

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.