Assegni al nucleo familiare, quando può richiederli un nonno?

Quando un nonno può chiedere gli assegni al nucleo familiare per i nipoti e quando invece può fruire delle detrazioni familiari a carico?

L’assegno al nucleo familiare è un’erogazione economica che l’INPS riconosce a lavoratori dipendenti o pensionati in presenza di un reddito nel limiti stabiliti dalla legge.L’importo dell’assegno spettante è calcolato tenendo conto della composizione e tipologia del nucleo familiare e del reddito complessivo dei suoi componenti. Per alcune tipologie di nuclei familiari, come ad esempio quelli con un solo genitore, sono riconosciute fasce reddituali più favorevoli. A richiedere gli ANF, solitamente sono i genitori per i figli, ma in alcuni casi potrebbero essere anche i nonni per i nipoti.

Assegni nucleo familiare ai nonni, quando

Un nostro lettore ci chiede:

Buongiorno sono padre di due ragazzi universitari, il primo ha 22 anni frequenta il quarto anno di medicina, l’altro mio figlio ha 19 anni frequenta il terzo anno al Conservatorio di musica.

Ho un nucleo familiare di 6 persone così composto:
Moglie casalinga 
Il sottoscritto senza reddito ( disoccupato)
Due figli studenti
Madre pensionata
Fratello invalido. 
Domanda; potrei far richiedere a mia madre, pensionata, gli assegni per i ragazzi studenti?? 
Resto in attesa di Vostre.
Grazie

L’assegno al nucleo familiare può essere chiesto dai nonni per nipoti minori, studenti o inabili, quando i genitori degli stessi non hanno la capacità di mantenerli. Per poter richiedere gli ANF i nonni o devono convivere con i nipoti o deve essere dimostrato che, pur vivendo con i genitori, provvedono al mantenimento degli stessi. E nel vostro caso, se i ragazzi fossero stati minorenni, la nonna avrebbe potuto richiedere gli ANF per i nipoti visto che lei e sua moglie siete privi di reddito proprio. Sia la convivenza che il mantenimento da parte della nonna sarebbero stati dimostrabili.

Ma c’è un ma. Gli ANF sono riconosciuti, dietro richiesta di autorizzazione, ai figli/nipoti maggiorenni solo nel caso che questi ultimi siano o inabili a proficuo lavoro o siano studenti (come nel caso dei suoi figli) che appartengono ad un nucleo familiare numeroso in cui siano presenti almeno 4 figli di età inferiore a 26 anni, e purtroppo non è il vostro caso.

Al di là degli assegni al nucleo familiare, però, sua madre potrebbe richiedere, anche in sede di dichiarazione dei redditi di quest’anno, le detrazioni per familiari a carico per il figlio invalido, per lei, sua moglie e per i due nipoti. Per essere a carico un familiare, infatti, deve essere convivente e con reddito annuo fino a 2840 euro (o nel caso di figli fino a 24 anni reddito annuo fino a 4mila euro)


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.