Assegni familiari, cambia il limite di reddito dal 2019, tutte le novità

Nella legge di Bilancio 2018 sono previste delle novità, per l’anno 2019, al riguardo delle detrazioni per i figli a carico, aumentando la soglia di reddito a 4.000 euro. Ecco cosa cambia.

Con la legge di Bilancio 2018 si sono previste delle novità, per l’anno 2019, al riguardo delle detrazioni per i figli a carico. Ecco cosa cambia.

Per le detrazioni figli a carico dal 2019 il limite di reddito aumenta a 4.000 euro.

Come abbiamo detto questa novità è stata introdotta dalla Legge di Bilancio 2018 per consentire anche ai genitori di figli con redditi minimi di beneficiare del bonus mensile in busta paga o nella pensione.

Ciò è previsto a partire dal 2019, quindi per il 2018 si continua ad applicare nei confronti di tutti i familiari a carico il limite di 2.840,51 euro.

Dobbiamo precisare che il provvedimento non riguarda tutti ma soltanto per i figli di età inferiore ai 24 anni.

Facciamo una panoramica sulle misure introdotte della legge di Bilancio 2018 per rafforzare il sostegno alle famiglie.

Figli a carico: tetto massimo di reddito fissato a 4.000 euro

La legge di bilancio 2018, una delle novità più importanti che ha introdotto è l’aumento della soglia di reddito a 4.000 euro entro la quale i figli che non lavorano o che hanno redditi minimi, rimangono a carico dei genitori, ciò entrerà in vigore dal 2019.

Questo provvedimento ha l’obiettivo di portare maggior sollievo a quelle famiglie che hanno dei figli a carico che pur lavorando non riescono ad essere autonomi nel mantenersi da soli.

Facciamo presente che per tutto il 2018 resterà in vigore la soglia di 2.840,51 euro di reddito per tutti i familiari a carico.

Limiti di reddito per figli a carico

Detrazione figli a carico: ecco come funziona

Le detrazioni fiscali li possono beneficiare tutte quelle famiglie che hanno dei figli all’interno del loro nucleo familiare, a prescindere dall’età, dalla residenza, o dallo stato di convivenza con la famiglia e che dichiarino un reddito annuo complessivo minore rispetto a quello imposto dalla legge.

Per calcolare la detrazione fiscale per i figli a carico bisogna prendere in considerazione numerose variabili tra, come ad esempio:

  • la situazione soggettiva del nucleo familiare;
  • l’età del figlio fiscalmente a carico;
  • il numero di figli a carico;
  • il reddito annuo dichiarato dal nucleo familiare.

Attualmente possono usufruire delle agevolazioni solo le famiglie con figli titolari di un reddito annuo lordo non superiore a 2.840,51 euro. Dal prossimo anno invece la soglia salirà fino a circa 4.000 euro lordi per i figli di età inferiore ai 24 anni; per i figli di età superiore ai 24 anni resta valida la soglia dei 2.840,51 euro.

Legge di Bilancio 2018: le altre novità per la famiglia

Oltre a questa importante novità sulle detrazioni fiscali per i figli a carico, la Legge di Bilancio 2018 ha previsto ulteriori misure per sostenere le famiglie.

Una di queste è la proroga per il bonus bebè, anche se per i nati a partire dal 1° gennaio l’assegno sarà corrisposto solo per i primi 12 mesi dalla nascita o dall’ingresso in famiglia in caso di adozione e non più per i primi tre anni di vita.

L’assegno è previsto per tutte quelle famiglie che abbiano un Isee, in corso di validità, non superiore a 25.000 euro e la misura dell’assegno dipende dall’Indicatore della Situazione Economica Equivalente.

Figli a carico, cambia il limite di reddito, fino a 4000 euro

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.