Assegno disoccupati 2018, fino a 5mila euro, la domanda entro il 28 maggio

Assegno disoccupati un voucher per il ricollocamento al lavoro.

Assegno disoccupati meglio conosciuto come assegno di ricollocamento, è operativo dalla fine del mese.  Dopo una lunga ed estenuante attesa è possibile presentare un’istanza per accedere al portale dedicato dell’Agenzia nazionale per le politiche attive sul lavoro, Anpal e procedere con la richiesta dell’assegno. Una volta analizzata la richiesta l’Anpal consegnerà un assegno per un importo non superiore ai 5mila euro. Un voucher necessario come mezzo da utilizzare per ricollocarsi nel mondo lavorativo odierno.

È bene chiarire che l’assegno di ricollocazione non è destinato alla persona, ma si tratta di un mezzo da utilizzare prettamente come strumento necessario per accedere ai servizi di assistenza per la ricerca di un nuovo posto di lavoro. L’assegno può essere usato presso il centro per l’impiego, oppure, usufruendo dei servizi di un’agenzia per il lavoro regolarmente accreditata.

A chi è diretto l’assegno disoccupati?

Tutti i disoccupati rientranti nella categoria Napsi, da circa 4 mesi. I disoccupati che ricevono l’assegno, possono decidere a quale ente accedere senza alcun vincolo, per poter procedere con i passi guidati che portino a un’assunzione in ambito lavorativo.

Assegno disoccupati, come funziona realmente? Sostanzialmente, si tratta di una procedura molto semplice, in cui il centro per l’impiego  o l’agenzia per il lavoro accreditata, incasserà l’assegno attivandosi per la ricerca di un lavoro per il disoccupato. Di seguito, al soggetto percepente l’assegno sarà assegnato un tutor che lo guiderà passo dopo passo verso un programma prettamente personalizzato, volto alla ricerca intensiva che sfoci in un nuovo lavoro corrispondente alla qualifica professionale e lavorativa del soggetto.

Cosa fanno gli operatori dei centri per l’impiego o le agenzie accreditate? Si attivano procedendo a inserire la richiesta dell’assegno di ricollocazione in nome e per conto degli utenti; si occupano di validare le istanze. Infine, gestiscono l’assegno e la pratica. Infatti, il Centro ha il compito di svolgere determinate mansioni ben specifiche, quali:

  • affiancare un tutor al disoccupato che lo segua nel percorso formativo di ricollocazione;
  • proporre un programma diretto a qualificare il disoccupato nel indirizzo specifico di un’occupazione, sostanzialmente si tratta di un percorso mirato finalizzato all’assunzione;
  • il disoccupato ha l’obbligo di seguire le indicazioni proposte dal tutor, e dare il consenso per una un’offerta di lavoro che sia adeguata;
  • il servizio si sospenderà nell’eventualità di un’assunzione in prova o a termine, è prevista la ripresa del servizio dopo la chiusura del rapporto di lavoro in un margine di sei mesi.

Assegno disoccupati, importi e modalità

L’importo del voucher cambia in relazione alla difficoltà che può riscontrare il disoccupato in virtù del tipo di contratto di lavoro, può essere pari a:

  • 1mille fino a 5mila euro se rientra in un contratto a tempo indeterminato;
  • 500 euro fino a 2.500 euro, se si tratta di un contratto a tempo determinato per un tempo non superiore di 6 mesi;
  • 250 euro fino a 1.250 euro, se il contratto viene siglato su base di tempo determinato che va dai tre mesi fino a sei mesi, questa variabile è applicata alle seguenti regioni, quali: Calabria, Sicilia, Puglia, Campania e Basilicata.

Come fare la domanda?

È possibile presentare una domanda dal 28 maggio 2018 direttamente online sul portale dedicato dell’Anpal oppure usufruire dei servizi di un Centro per l’impiego o presso gli Istituti di Patronato. Resta da chiarire, che il centro potrà procedere all’incasso dell’assegno, solo quando il disoccupato in questione sarà assunto in una delle forme sopra descritte.

Per maggiori informazioni si può inoltrare una richiesta direttamente l’Anpal utilizzando il canale di posta elettronica all’indirizzo: info@anpal.gov.it, oppure, contattando il contact center al numero 800.00.00.39.

 

Assegni Familiari 2018-2019: Tabelle, Importi E Novità Inps ANF


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein