Assegno invalidità per diabete e pensione di reversibilità, sono compatibili?

Compatibilità tra assegno invalidità per diabete e pensione di reversibilità, la pensione viene diminuita o annullata? Qui la risposta

Assegno invalidità per diabete e pensione di reversibilità, sono compatibili? È la domanda che ci ha posto un lettore a cui rispondiamo in quest’articolo in base alla normativa in vigore. La pensione di reversibilità fa parte delle pensioni news attualmente in vigore nel 2020

Assegno di invalidità e pensione di reversibilità

Un lettore ci scrive: “Buonasera, ho letto un articolo riguardante il diabete in quanto è possibile fare domanda per invalidità civile per patologia… Mia mamma soffre di diabete dal 2012, a oggi si trova senza un rene e la milza, fa controlli periodici in nefrologia e assume 4 volte al giorno insulina e tutte le altre pastiglie…. Volevo sapere se fa domanda di invalidità civile x patologia essendo che percepisce la reversibilità di mio padre, rischia di perderla la pensione di reversibilità? Grazie”

Diabete e legge 104: i valori per fare domanda

Compatibilità in base al reddito

I titolari di assegno di invalidità sono soggetti a un regime di cumulo con redditi di lavoro autonomo o dipendente. In riferimento alla pensione di reversibilità  spetta nella misura del 60% in caso di redditi al di sotto della soglia stabilita dalla legge, ma può scendere anche al 40 o al 25% nel caso che il coniuge superstite percepisca redditi molto alti.

Nel calcolo dei redditi sono inclusi tutti i redditi soggetti all’Irpef con esclusione dei trattamenti di fine rapporto e le relative anticipazioni, il reddito della casa si abitazione “prima casa”. 

La normativa chiarisce che colui che percepisce  l’assegno di invalidità, non può cumulare il trattamento con le prestazioni dirette in base all’art- 3 della legge 407/1990 (pensioni di guerra, di servizio o lavoro, ecc.). 

In riferimento alla pensione di reversibilità e l’assegno di invalidità, non vi sono ostacoli, ma il riconoscimento viene comunque, considerando in base al tetto di reddito da rispettare. 

Se il reddito derivante dalla pensione di reversibilità, supera i 5.818,93 euro annui, il coniuge superstite non avrà diritto all’assegno. Se il coniuge superstite con reversibilità ha un reddito inferiore al tetto sopra menzionato, avrà diritto ad un assegno ridotto.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”