Assegno Nucleo Familiare: cambiano le modalità per la presentazione delle domande, ecco le novità

Assegno Nucleo Familiare: l’Inps rende noto le nuove modalità per la presentazione delle domande e le novità per il prelievo dei dati

L’Inps ha divulgato le nuove modalità per la presentazione della domanda degli Assegni per il nucleo familiare. I datori di lavoro, dal 3 novembre del 2019, possono presentare la domanda per la richiesta dell’assegno familiare di un proprio dipendente in seguito alla delega concessa da quest’ultimo.  Inoltre, si inseriscono anche nuove opzioni per il prelievo dei dati.

Assegno Nucleo Familiare: i datori di lavoro possono inviare la domanda

L’Inps, con il messaggio n. 4583 del 6 dicembre 2019, ha reso noto alcune novità che riguardano l’ANF. La piattaforma da cui si inviano le domande è stata rafforzata, in quanto, i datori di lavoro dal 3 novembre 2019 possono inviare le domande  di richiesta dell’assegno nucleo familiare dei propri dipendenti, previa la delega degli stessi e delle loro famiglie. Questa procedura può essere eseguita solo per i lavoratori delle aziende private escluso quelli del settore agricolo.

La domanda può essere presenta anche personalmente dal dipendente tramite il servizio telematico messo a disposizione dall’Inps sul sito ufficiale, nel caso il lavoratore non abbia dimestichezza con la procedura, può delegare il proprio datore di lavoro o rivolgersi al Caf.

Un’altra novità introdotta è il miglioramento dell’Utility, che rende più facile il prelievo dei dati, grazie all’introduzione di nuove funzioni.

ANF: le nuove modalità di presentazione della domanda

La domanda per l’assegno per il nucleo familiare va presentata annualmente, in quanto non si rinnova automaticamente. La domanda va inoltrata all’Inps tramite tre modalità:

  • Tramite il servizio online presente sul sito ufficiale dell’Inps, disponibile dal 1° aprile 2019. Gli utenti per accedere a tale servizio necessitano del Pin o identità SPID o della CNS;
  • rivolgendosi ai padronati o Caf, questo caso non si necessita del Pin;
  • tramite il datore di lavoro, esclusivamente dopo aver concesso la delega da parte del lavoratore e della sua famiglia.

Ricordiamo che nel caso in cui il datore di lavoro sia fallito è possibile far richiesta degli ANF direttamente all’Inps, senza superare il limite massimo di 5 anni di prescrizione.

La presentazione della domanda da parte del datore di lavoro

Come abbiamo già detto, il datore di lavoro dal 3 novembre 2019 può presentare domanda per l’Assegno Nucleo Familiare di un dipendente solo dietro delega del lavoratore e dei componenti della sua famiglia.

I datori di lavoro troveranno la funzione di presentazione della domanda ANF/DIP in “ANF Lavoratori dipendenti di aziende attive” all’interno del “Cassetto Previdenziale Aziende”. Il datore dopo avere eseguito l’accesso dovrà segnalare il codice fiscale dell’azienda, in modo che il sistema identifica automaticamente l’operatore come azienda. Adesso, il datore di lavoro avrà disponibile le seguenti funzioni:

  • inoltrare una domanda;
  • consultare una domanda già inoltrata;
  • effettuare variazioni alla domanda già inoltrata.

Il datore di lavoro per poter eseguire queste funzioni necessità del codice fiscale del lavoratore.

Assegno Nucleo Familiare: presentazione di una nuova domanda

Per inoltrale la domanda per l’assegno nucleo familiare bisognerà indicare il periodo d’interesse e i dati del lavoratore. Successivamente occorrerà inserire anche tutti i dati dei componenti del nucleo familiare. Conclusa la compilazione della domanda verrà visualizzata il riepilogo e il numero di protocollo.

Variazione della domanda

Un’altra funzionalità è quella di poter modificare la domanda Assegno Nucleo Familiare già inoltrata. Nel caso in cui la situazione familiare cambi durante l’anno, come ad esempio la nascita di un figlio, una separazione o la modifica della situazione reddituale, occorrerà aggiornare la domanda con i nuovi dati. Tramite la funzione “variazione” il datore potrà apportare le modifiche alla domanda già inoltrata, in modo semplice e veloce. Aggiornare la domanda in caso di variazioni è molto importante per non perdere il beneficio dell’assegno.

Consultazione della domanda Assegno Familiare

La funzionalità di consultazione, permette di visualizzare lo stato della domanda di un determinato lavoratore. Con l’opzione “dettaglio” si visualizzeranno tutti i dati relativi alla domanda in modo da controllare anche la correttezza dei dati.

Utility migliorata per il prelievo dei dati

L’Inps ha migliorato l’Utility per il rilevamento dei dati. Si possono eseguire diversi tipi di ricerca.

L’applicazione permette di visualizzare le informazioni relative alle domande di Assegno Nucleo Familiare di un determinato lavoratore. Si possono consultare sia gli importi giornalieri che quelli mensili ma solo delle domande ANF accolte.

La ricerca delle informazioni potrà avvenire sia per singolo lavoratore sia in modalità massiva, in questo modo si potrà visualizzare tutte le domande di assegni familiari accolte.

Nel caso in cui l’azienda volesse visualizzare i dati di un solo dipendente dovrà inserire il codice azienda, il codice fiscale del lavoratore e il periodo d’interesse, che non potrà superare i 6 mesi. Per una consultazione massiva dei dati il datore dovrà solo inserire il codice azienda e il periodo di riferimento, in questo caso si potrà visualizzare solo un singolo mese.

Una volta finito l’inserimento di tutti i dati, il sistema rilascerà le informazioni in formato xml.

Assegno nucleo familiare figlio maggiorenne: vale anche in caso di stage o tirocinio?

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.