Assegno nucleo familiare per figli maggiorenni, solo in 2 casi

Quando spetta di diritto l’assegno al nucleo familiare per i figli maggiorenni? Vediamo la composizione del nucleo familiare.

Gli assegni al nucleo familiare sono un aiuto economico erogato dall’INPS e lavoratori dipendenti e pensionati che abbiano a carico soggetti minori. L’assegno al nucleo familiare può essere richiesto, infatti, non solo per i figli ma anche per i nipoti, eventuali fratelli e sorelle in determinate condizioni. Ma quando la prestazione spetta in presenza di figli maggiorenni?

Assegno nucleo familiare figli maggiorenni

Una nostra lettrice ci scrive:

Buona sera
Avrei bisogno di un’informazione
Sono un’ins. Di scuola primaria, separata con tre figli
Dal momento della separazione  ricevo gli assegni famigliari. Dal mese di marzo ho notato una forte diminuzione della quota ( da 291 euro a 141) molto probabilmente perché un figlio è diventato maggiorenne. 
Avendo  un reddito Isee basso non ho diritto all’assegno anche per il figlio maggiorenne?
Grazie

E’ bene chiarire fin da subito che gli assegni al nucleo familiare non vengono erogati attraverso la presentazione della dichiarazione ISEE, ma in base al reddito dei componenti e alla composizione del nucleo familiare ANF.

Il nucleo familiare da prendere in considerazione per i fini ANF, inoltre, non è quello anagrafico (per intenderci quello che risulta dall’anagrafe del Comune) e neanche quello utilizzabile ai fini ISEE. Si tratta di un nucleo familiare che comprende, oltre al dichiarante

• il coniuge non effettivamente e legalmente separato

• tutti i figli minori

• figli maggiorenni inabili a qualsiasi proficuo lavoro

• figli maggiorenni, fino al compimento dei 21 anni, se studenti e facenti parte di un nucleo familiare numeroso in cui siano presenti almeno 4 figli di età inferiore ai 26 anni

• eventuali nipoti minorenni a carico del richiedente

• eventuali fratelli e sorelle minorenni (se orfani) o inabili a proficuo lavoro a carico del richiedente.

Per i figli maggiorenni, quindi, si può continuare a percepire l’assegno al nucleo familiare solo se sono inabili al lavoro o se appartengono ad un nucleo familiare che abbia almeno 4 figli di età inferiore ai 26 anni, in caso contrario, gli stessi figli maggiorenni non vengono neanche considerati facenti parte del nucleo familiare ai fini ANF.

Nel suo caso, quindi, pur avendo un Isee basso, pur essendo separata l’assegno al nucleo familiare per il suo figlio maggiorenne non spetta perchè non fa parte di un nucleo familiare numeroso nè è inabile a qualsiasi proficuo lavoro.

 

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.