Assegno ordinario di invalidità, pensione anticipata e dimissioni

Assegno ordinario di invalidità, diritto alla pensione anticipata ed eventuale dimissioni. Come coprire il vuoto contributivo che si crea?

L’assegno ordinario di invalidità è una prestazione previdenziale erogata ai lavoratori che hanno una capacità lavorativa che è stata ridotta a meno di un terzo a casua di infermità mentale o fisica. Al beneficiario non è richiesto di cessare l’attività lavorativa e può essere richiesta soltanto da coloro che rispondono a determinatati requisiti contributivi.

Assegno ordinario di invalidità: chiarimenti

Una nostra lettrice ci scrive:

Buonasera dott.ssa Del Pidio, ho 59 anni e sono una dipendente del settore privato.
Premetto che con la mia situazione contributiva potrei percepire la pensione di anzianità anticipata con decorrenza marzo 2023.
Percepisco un assegno ordinario invalidità temporaneo con scadenza giugno 2022, riconosciuto a fronte della riduzione della capacità lavorativa.
In considerazione del mio stato di salute sto valutando la possibilità di rassegnare le dimissioni, ma ho il timore di sbagliare e per questo Le chiedo la cortesia di chiarirmi alcuni aspetti.
Pertanto  le rivolgo alcune domande per approfondire la mia scelta:
1) Lasciando  il lavoro mantengo l’AOI fino a giugno 2022 (scadenza)?
2) Mantenendo l’AOI maturano i contributi figurativi ai fini dei requisiti della pensione anticipata?
3) Alla  scadenza dell’AOI (giugno 2022), avendo comunque 36 mesi di contribuzione nei 5 anni precedenti la domanda di rinnovo, posso fare richiesta di rinnovo pur non lavorando?
4) Con i contributi figurativi maturo lo stesso il diritto alla pensione anticipata?
5) nel caso che a giugno 2022 non ottenessi il rinnovo dell’AOI potrò  versare i contributi volontari fino al raggiungimento dei requisiti della pensione anticipata (8 mesi)?
La ringrazio per l’attenzione e attendo una sua cortese risposta.

Prima di dare risposta alla nostra lettrice è doverosa una precisazione per tutti coloro che ci leggono: l’assegno ordinario di invalidità al compimento dei 67 anni si trasforma in pensione di vecchiaia ma non permette, al suo beneficiario, di accedere a nessuna pensione anticipata.

Assegno ordinario: approfondimenti

Procedo a rispondere alle domande della nostra lettrice per chiarire i suoi dubbi e le sue perplessità.

1) L’AOI e la sua fruizione non sono vincolati alla continuazione del rapporto lavorativo. Si può anche decidere di smettere di lavorare mantenendo il diritto a percepire l’assegno.

2) L’assegno ordinario di invalidità non da diritto a contributi figurativi validi al diritto e alla misura della pensione. I contributi si maturano, percependo AOI, solo continuando a lavorare.

3) Il rinnovo dell’AOI è consentito anche a chi non continua a lavorare: i contributi figurativi cui da diritto l’assegno, infatti, sono utilizzabili solo per il rinnovo del beneficio. In ogni caso nel suo caso, avendo lo stesso i 36 mesi di contributi richiesti, il rinnovo è assicurato anche senza contributi figurativi AOI.

4) l’AOI, come scritto in precedenza, non fa maturare contributi figurativi utili al diritto e alla misura della pensione. Dimettendosi, quindi, non maturerà altri contributi che le permetteranno di raggiungere i 41 anni e 10 mesi richiesti per la pensione anticipata. 

5) certamente si, può procedere al versamento dei contributi volontari che le mancano al raggiungimento dei 41 anni e 10 mesi necessari per accedere alla pensione. Deve però considerare che non maturando contributi utili alla pensione dovrebbe versare volontari a copertura del periodo compreso tra le sue dimissioni e il raggiungimento dei requisiti a marzo 2023.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.