Assegno pensione ridotto per conguaglio fiscale, ecco perchè

Assegno pensione ridotto per conguaglio fiscale per effetto della nuova aliquota Enpam. Ecco come viene operata la decurtazione dell’assegno.

Molti i pensionati che nel mese di luglio hanno ricevuto una decurtazione sostanziale sull’assegno di pensione per effetto del conguaglio fiscale. Analizziamo di cosa si tratta rispondendo ad una nostra lettrice: Salve, sono dr.ssa A. A. nata nel 1853 , ex  Medico di Struttura  Pubblica -ASL  e sono  in Pensione Anticipata con l’INPS,  dall’ 01.01.2017 , con 42 anni e 3 mesi,  rispetto ai 41 anni  e 10mesi stabiliti dalla legge Fornero. Dal 1° settembre 2018, avendo appena compiuto 65 anni, anche l’ ENPAM,  a cui  ho versato quote annuali per circa 40 anni, mi  ha collocata in Pensione con un assegno mensile di 217 €.  Purtroppo, però, dal mese di luglio di quest’anno, mi sono vista decurtato  l’assegno pensionistico a 65 €, e tale decurtazione sarà effettuata fino al mese di Febbraio 2020, come da  informazioni ricevute  telefonicamente da un’impiegata dell’ Ente. Quest’ultima  mi ha anche riferito che   la causa di tale decurtazione è legata al ”  conguaglio IRPEF “.  Mi potete, per favore, aiutare a capirne di più? Grazie

Assegno pensione e conguaglio fiscale

L’Enpam ha pubblicato sul sito la comunicazione che la pensione di agosto per molti pensionati è stata più bassa per effetto del conguaglio fiscale applicato in unica soluzione alle pensioni che presentavano un debito o un credito fino a 300 euro.

In alcuni casi sono stati fatti conguagli di importo superiore, ma solo se il debito d’imposta non superava il 30 per cento della pensione. Invece, per tutte le pensioni con un conguaglio particolarmente oneroso, l’Enpam rateizzerà le trattenute in più mensilità, a partire da settembre.

Il conguaglio fiscale per i pensionati Enpam riguarda l’applicazione della nuova aliquota (come ogni anno), che è stata comunicata agli uffici della Fondazione dal Casellario centrale gestito dall’Inps. 

Da questo si deduce che il suo assegno pensionistico ha subito una variazione in negato per effetto dell’applicazione della nuova aliquota che è stata rettificata in sede di conguaglio fiscale. In altre parole, secondo i calcoli Enpam, l’assegno pensione era stato calcolato con un’aliquota più basse e quindi il suo assegno era più alto, adesso dovendo applicare l’aliquota giusta tramite il conguaglio fiscale, è stato ridotto l’assegno pensionistico. Tale riduzione, nel suo caso è stata operata a rate fino a Febbraio 2020. 

Per sapere esattamente la differenza di aliquota calcolata, le consiglio di visionare il cedolino disponibile nell’area riservata, anche per capire a quanto ammonta in totale il conguaglio operato, visto che sarà trattenuto fino al 2020.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”