Assegno Unico per i figli fino a 26 anni di età: a chi spetta?

Assegno unico per i figli, ecco a chi potrebbe spettare se dovesse entrare in vigore a partire dal 2021. Vediamo importi e requisiti.

C’è stata moltissima delusione per i genitori italiani, dopo l’annuncio del bonus figli fino a 14 anni, di non trovare l’assegno per la prole inserito come misura nel Decreto Rilancio. Ma è bene sapere che una misura molto simile, approvata dalla Legge di Bilancio 2020, potrebbe entrare in vigore a partire dal 2021 con un Assegno Unico per i figli fino al compimento dei 26 anni di età.

Assegno Unico per i figli

La misura, è bene premetterlo fin dall’inizio, andrà a sostituire tutte le attuali norme a sostegno della famiglia e della genitorialità quali l’assegno al nucleo familiare, il bonus bebè, il bonus asilo nido, il bonus baby sitter, le detrazioni figli a carico ma anche misure destinate ai genitori, come ad esempio il bonus mamma domani.

L’assegno unico per i figli dovrebbe coprire l’arco di vita dei figli a carico da zero a 26 anni prevedendo l’erogazione di un importo mensile di 240 euro per figli fino al compimento dei 18 anni e di 80 euro per i figli con età compresa tra 18 e 26 anni, a patto che risultino a carico dei genitori.

Oltre a questo sussidio la misure dovrebbe prevedere anche un’erogazione una tantum di 400 euro per i figli con età compresa tra 0 e 3 anni, estendibile, in misura ridotta, anche ai figli fino al compimento dei 14 anni. Questa erogazione, oltre all’assegno mensile, dovrebbe andare a coprire le maggiori spese che un figlio richiede quando è piccolo e che oggi vengono, in qualche modo tamponate con il bonus asilo nido e con il bonus baby sitter.

Previste maggiorazioni, inoltre, in caso di figli con grave disabilità.

A chi spetta il beneficio?

Un nostro lettore ci chiede:

Sono un pensionato unico reddito è la mia pensione, ho diritto alla legge che dovrebbe entrare in vigore nel 2021, ho in carico moglie e due figli minori, di quanto ammonterebbe l’aiuto dello stato?

Nel suo caso, se la misura dovesse entrare in vigore nel 2021, dovrebbe averne diritto visto che sarebbe erogato per redditi fino a 40mila euro.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.