Assunzioni di 2700 cancellieri esperti: ecco le novità

Assunzioni di 2700 cancellieri esperti presso il ministero della giustizia. Il bando, già annunciato a gennaio, sarà pubblicato entro l’estate.

Il bando per le assunzioni di 2700 cancellieri esperti nel ministero della giustizia è stato confermato dall’art. 252 decreto Rilancio (decreto legge n.34/2020), nel quale si autorizza il ministero a pubblicare tre concorsi, tra i quali quello per cancelliere esperto. Ecco cosa sapere.

Assunzioni Ministero della giustizia: 2700 cancellieri esperti

A fine gennaio il ministero della giustizia aveva pubblicato un avviso che annunciava che nel mese di aprile sarebbe stato pubblicato un bando di concorso per le assunzioni di 2700 cancellieri esperti. Come sappiamo a causa dell’emergenza sanitaria dovuta a COVID-19 tutti i bandi di concorso sono stati sospesi per 60 giorni, ovvero fino a metà maggio.

Ora con il decreto legge n.34 del 19 maggio 2020, conosciuto come decreto Rilancio, le procedure concorsuali sono state sbloccate e, quindi, il ministero della giustizia è autorizzato a pubblicare nuovi concorsi.

Categoria: Lavoro e Categoria: Concorsi, clicca sull’argomento che ti interessa per non perdere le nostre news.

Assunzioni di cancellieri esperti: requisiti

I requisiti che i candidati devono possedere sono:

√diploma di scuola secondaria di secondo grado (diploma di maturità);

√esperienza di almeno tre anni di servizio nell’amministrazione giudiziaria;

√aver svolto, per almeno un anno, le funzioni di magistrato onorario;

√attività come docente, anche come supplente, in materie giuridiche presso scuole secondarie di secondo grado, per almeno 5 anni scolastici;

√iscrizione all’albo professionale degli avvocati da almeno 2 anni consecutivi;

√prestato servizio per almeno 5 anni nelle forze di polizia nel ruolo di ispettore o superiore.

Ovviamente, i candidati per essere assunti presso una pubblica amministrazione devono essere anche in possesso dei requisiti generici.

Prove d’esame

Inoltre, secondo le nuove disposizioni contenute nell’art. 252 del decreto Rilancio:

1)le prove d’esame saranno svolte presso ciascun distretto giudiziario anche in modalità telematiche e decentrate;

2)anche le commissione saranno scelte su base distrettuale;

3)i vincitori dovranno prestare servizio nella sede prescelta per un periodo non inferiore a 5 anni;

4)i punteggi seguiranno questi criteri:

√anzianità di servizio o iscrizione in riferimento ai titoli di studio,

√votazione del titolo di studio e degli altri titoli accademici;

√valutazione del punteggio aggiuntivo per i coloro che hanno svolto il tirocinio presso gli uffici giudiziari.

Infine, per conoscere i dettagli di queste assunzioni non resta che aspettare la pubblicazione del bando di concorso che dovrebbe avvenire entro 90 giorni dalla pubblicazione del decreto Rilancio.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp