Assunzioni Poste Italiane 2019: accordo per 3.170 nuovi inserimenti

Poste Italiane ha firmato un accordo con i sindacati per l’assunzione di 3.170 unità. Ecco tutte le novità

Con in comunicato stampa del 13 marzo 2019 Poste Italiane dà notizia dell’accordo firmato con i sindacati per oltre tremila posti di lavoro, inoltre si prevede anche una riorganizzazione basata su uscite volontarie.

L’accordo firmato da Poste Italiane prevede l’assunzione, per il 2020, di 3170 lavoratori.

L’accordo è la conseguenza di quello firmato nel giugno scorso sulle politiche attive del lavoro per il triennio 2018-2020.

L’accordo prevede, oltre ai 3170 nuovi inserimenti, anche assunzione part-time negli stabilimenti di Posta, Comunicazione e Logistica in base ad un piano di uscite basato su esodi volontari incentivati.

Assunzioni Poste Italiane 2019: cosa prevede l’accordo

Poste Italiane mette in evidenza i punti più importanti dell’accordo, cioè la definizione di una nuova rete logistica basata su ingenti investimenti in automazione e sulla introduzione della “Lean Production”, che consiste in una modalità di organizzazione del lavoro con cui vi è un miglioramento continuo dei processi produttivi con la partecipazione dei lavoratori.

In più l’accordo include anche assunzione di risorse part time negli stabilimenti di Posta, Comunicazione e Logistica fronteggiando un piano di uscite basato su esodi volontari incentivati.

Nell’accordo viene individuato lo strumento dell’esodo volontario incentivato come principale modalità per il rightsizing dell’organico associato all’introduzione di nuovi processi organizzativi, di nuove tecnologie e strumenti di lavoro.

Poste segnala che l’accordo prevede inoltre “specifiche modalità di tutela per le risorse con inidoneità alla mansione determinata da infortunio sul lavoro o da gravi patologie”.

Poste Italiane: risorse da assumere

L’Accordo di Poste include anche un incremento delle Linee Business a livello territoriale, ciò per potenziare il ruolo di Poste Italiane nel mercato dell’e-commerce. Nel comunicato si parla anche di interventi per il rafforzamento delle attività di sportello negli uffici postali. Anche attraverso l’assunzione di risorse part time da destinare alle attività di front end e la ricollocazione in produzione di risorse provenienti dalle strutture di staff.

Assunzioni Poste Italiane: 3.170 posti

Quindi con l’accoro raggiunto a giugno 2018, Poste Italiane mette in evidenza che nel 2019 si assumeranno ben 3.170 persone.

Le azioni previste dall’accordo, saranno oggetto di incontri tra Poste e sindacati periodici. In fine si confronteranno entro il mese di settembre per attivare il ricorso alle prestazioni straordinarie del Fondo di Solidarietà.

Assunzioni Università di 1.511 ricercatori, le novità e come fare domanda

 

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.