Attenzione a due app pericolose su Google Play Store, quali sono?

Dalla piattaforma di Google Play Store sono state eliminate due applicazioni nocive per i nostri cellulari, ecco quali sono e cosa ne è emerso.

State molto attenti  a quello che scaricate da Google Play Store ed in generale a qualsiasi cosa piazzate sul vostro cellulare. Di recente, un altro sviluppatore e altre due app sono stati cancellati dal Google Play Store perché pericolosi per i nostri cellulari. In particolare, parliamo di un’app di fitness e una per prendere appunti, entrambe sviluppate da Idea Master. Per fortuna, Google è intervenuto poiché le due app usavano lo smartphone dell’utente per truffare gli inserzionisti pubblicitari.

Attenzione a due applicazioni presenti su Google Play Store

A lanciare l’allarme è stata la nota compagnia di cybersecurity Symantec, la quale ha poi avvertito Google.

La settimana scorsa, Google stesso ha proceduto alla rimozione delle app i cui nomi erano rispettivamente, “Idea Note: OCR Text Scanner, GTD, Color Notes” e “Beauty Fitness: daily workout, best HIIT coach“.

E’ emerso anche che le due applicazioni erano state scaricate e installate da oltre 1,5 milioni di persone.

La dinamica pericolosa delle due applicazioni

All’inizio nessuno avrebbe potuto avere qualche sospetto dato chele app erano realmente funzionanti dato che facevano quel che promettevano.

C’è un dietro le quinte che non tutti conoscevano: all’insaputa dell’utente aprivano banner pubblicitari in background e ci facevano click sopra da sole.

Di conseguenza, il cellulare dell’utente veniva usato per truffare gli inserzionisti pubblicitari che pagano a ogni click avvenuto. Questa truffa è chiamata anche “Ad Fraud“, cioè frode pubblicitaria.

Essa avveniva in background e l’utente non ne poteva sapere assolutamente nulla.

Ma non è tutto: le due app provocavano anche dei problemi al nostro stesso cellulare con dei rallentamenti e battery drain, cioè  la batteria si scaricava con maggior velocità rispetto al solito.

Fate attenzione su Google Play Store

Di recente è diventato pubblico il fatto che  nel mese di agosto  Google ha dovuto eliminare dal suo store decine di app.

Si contano anche 27 app che permettevano di scaricare una versione fake di Play Store. Addirittura, l’applicazione CamScanner, era così famosa che contava oltre 100 milioni di installazioni.

Alla fine si è scoperto che c’erano ben due app che contenevano AhMyth, un virus open source conosciuto ormai da anni.

Eppure, Google Play ha al suo interno una procedura che si occupa proprio della sicurezza delle diverse app presenti che le persone poi andranno a scaricare. Evidentemente, questa procedura non è poi così sicura e mostra dei problemi a cui il noto brand deve lavorare.

Leggi anche: Truffa che colpisce chi naviga in internet: ecco cosa succede e a cosa fare attenzione


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.