Attenzione a quando comprate verdure imbustate: trovato un geco in una busta di broccoli dei supermercati Migros

Trovato un geco vivo nei broccoli in busta dei supermercati Migros.

C’è allarme e preoccupazione in tutta Italia, è giunta una denuncia da un consumatore Migros, il motivo è il ritrovamento di un geco in una busta preconfezionata di broccoli. È accaduto in Svizzera, le buste sono state prodotte in Spagna, ma i supermercati Migros sono presenti in tutta Italia.

Andiamo a vedere cosa è successo al consumatore che ha trovato un geco nella busta di broccoli

Questo signore che è stato protagonista di questa disavventura, ha aperto una busta di broccoli comprati ai supermercati Migros, e ci ha trovato dentro un geco, un piccolo rettile, vivo e vegeto, tanto da balzare fuori dalla busta per poi essere stato riacciuffato e adottato da un conoscente dello sfortunato signore.

Oggi comprare le verdure già imbustate èddiventata un abitudine molto comoda da parte di tutti quelli che hanno poco tempo per dedicarsi alla preparazione del pranzo e della cena. Come ci sia finito dentro questo non si capisce, viene fatta molta attenzione ed è difficile passare inosservato, ma non è neanche la prima volta che accade una cosa del genere.

A questo punto molti consumatori si chiedono se vale la pena di comprare questi prodotti ma in particolare se sono sicuri e se ci si può fidare. Le verdure ormai che vengono imbustate sono di ogni genere, tutti i tipi di insalata, carote, radicchio, rucola broccoli.

La sicurezza di questi prodotti dovrebbe essere ottima, la cosa importante è che vengano rispettate tutte le norme e la buona conservazione sia a monte che a valle, in modo da non far correre nessun rischio al consumatore. Viceversa invece se queste attenzioni non vengono mantenute tutto quello che viene comprato in busta, che sia insalata o altro, può diventare dannoso e in molti casi pericoloso.

L’allerta è allargata in tutta Italia, i supermercati Migros sono presenti su grande parte del territorio nazionale, quello che vi chiediamo è di fare attenzione.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp