Aumento età pensionabile 2019: i 5 mesi anche per la quota 41?

L’aumento dell’età pensionabile previsto per il 2019 toccherà anche la quota 41 per i lavoratori precoci quando riguarda gravosi ed usuranti?

Buongiorno , mi chiamo Maria  il mio compagno nel febbraio 2019 matura 41 anni di lavoro. Può accedere alla pensione, facendo un lavoro usurante (operatore ecologico) ed essendo precoce? E se si, deve inoltre fare i 5 mesi in più previsti?  Grazie.

 

A gennaio 2019 è previsto un aumento dell’età pensionabile di 5 mesi per adeguamento alla speranza di vita Istat che toccherà tutte le pensioni.

Esclusi dall’aumento solo i lavoratori usuranti e quelli gravosi che continueranno ad accedere alla pensione di vecchiaia e a quella anticipata con i requisiti previsti fino al 2018: 66 anni e 7 mesi per la pensione di vecchiaia, 42 anni e 10 mesi di contributi per la pensione anticipata per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per la pensione anticipata delle donne.

Per quel che riguarda la quota 41 precoci, invece, subirà l’aumento dell’età pensionabile e il requisito di accesso aumenterà a 41 anni e 5. Tale aumento toccherà anche ai lavoratori che accedono alla misura in qualità di gravosi ed usuranti.

Per rispondere alla sua domanda, quindi, il suo compagno per accedere alla quota 41 dovrà maturare 41 anni e 5 mesi di contributi nel 2019 anche se è addetto ad una mansione usurante.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.