Aumento pensione di invalidità a 651,51 euro, si attende la Gazzetta Ufficiale

Pensione di invalidità nel decreto Agosto: l’assegno arriverà fino a 651,51 euro per tredici mensilità, si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Conte ha annunciato che il decreto Agosto, in merito all’aumento della pensione di invalidità, si è adeguato alla sentenza della Corte costituzionale che aveva dichiarato incostituzionale tale importo. La pensione di invalidità attualmente corrisposta per 285 euro passerà a 648 euro per tredici mensilità, lo ha anticipato il premier Conte. La pensione di invalidità fa parte delle pensioni news del 2020.

Aumento pensione di invalidità per euro 651,51

Facendo un  pò di calcoli l’importo in realtà arriverebbe a 651,51 euro, perché oggetto di rivalutazione applicata alla somma concessa gli over 60, per l’incremento al milione. La novità non è solo l’aumento dell’importo, ma l’estensione del beneficio a tutti i maggiorenni. 

Il premier Conte ha aggiunto testualmente: “siamo andati oltre le previsioni della Corte costituzionale aumentando le pensioni d’invalidità e inabilità per tutti i soggetti di età superiore ai 18 anni che risultino invalidi civili al 100%, sordomuti, ciechi assoluti, titolari di pensioni che siano titolari di pensione d’inabilità”.

A chi spetterà l’aumento della pensione di invalidità?

Non si conoscono ancora tutti gli aspetti a chi riceverà l’aumento, il premier Conte non è entrato nel dettaglio durante la conferenza stampa, si presume per quanto riguarda i beneficiari che l’incremento siano gli stessi richiesti a chi raggiungesse sessanta anni. La Corte di Cassazione ha legittimato il diritto per tutti coloro che sono maggiorenni, i limiti di reddito che consentono di percepire la pensione di invalidiltà sono  per l’anno 2019: euro 8.469,63 per il pensionato che vive da solo; euro 14.447,72 per il pensionato coniugato. L’assegno per il 2020 che sarà corrisposto sarà di euro 651,51 per tredici mensilità 

Pensione di invalidità: assegno, requisiti e domanda

La Fish: giusto l’aumento ma necessità un intervento strutturale

La Fish (Federazione italiana per il superamento dell’handicap), ha confermato la soddisfazione di una svolta importante, dovuta dalla sentenza della Corte Costituzionale e recepita dal governo. Una lotta che dura da anni per un diritto troppo volte negato, con rischio di isolamento ed impoverimento. 

Ci sono ancora tanti passi avanti da fare, serve un intervento strutturale che permetta alle famiglie che vivono in costanza di un’invalidità, una vita decente con possibilità economiche adeguate e strutture pronte a fronteggiare ed assistere nel mondo quotidiano la disabilità. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”