Aumento stipendio dal 20% al 25% più bonus extra: ecco i lavoratori fortunati

Tante le aziende come: Giovanni Rana, i gruppi delle acque minerali Bracca e Pineta, la francese Laxtalis e l’Ecogest spa, che aumentano la paga dal 20% fino al 25% con bonus extra e polizza a tutela dei lavoratori in caso di contagio da Covid-19. Misure attive subito con la paga di marzo e aprile.

In un’epoca dove ci si arrampica sugli specchi pur di lavorare e guadagnare e, il Paese intero è piegato dall’emergenza da Coronavirus. È incoraggiante vedere che le aziende aumentano gli stipendi ai lavoratori, per un fine comune far ripartire l’economia nazionale. Gli imprenditori si impegnano in prima linea nel sostenere l’economia, senza badare ai profitti, alle perdite, al bilancio. In un momento triste per il Paese, dove le aziende chiudono, i lavoratori restano a casa e le famiglie soffrono per mancanza di liquidità.

È accaduto quello che non ci si aspettava. Le aziende in un periodo dove il fatturato è al minimo o pari a zero, hanno agito concretamente devolvendo dei bonus a favore di lavoratori. In linea generale, le aziende applicano dei bonus extra nel periodo di fatturato in forte crescita o quando la società ha raggiunto un elevato standard economico.

Resta da mettere in conto, che molte aziende per decreto hanno dovuto interrompere la filiera produttiva, per contenere il diffondersi del contagio, in quanto, non ritenute dal Governo “strettamente funzionali”.  Quindi, ci troviamo difronte ad aziende che registrano il livello delle vendite e degli incassi pari a zero e, nello stesso tempo i lavoratori restano a casa senza la liquidità necessaria per il fabbisogno della famiglia. Nonostante, molti stipendi siano a rischio in un clima economico di tensione e crisi, tante le aziende aperte da decreto che sono andate contro corrente aumentando gli stipendi, come il Gruppo Lactalis, Acqua Bracca-Pineta, Ecogest spa e, tante altre si accodano in un gesto di profonda solidarietà.

La mano tesa che non ti aspettavi

L’Ecogest spa ha disposto l’aumento degli stipendi a favore dei propri lavoratori del +20% subito, nella paga di marzo.

La francese Laxtalis (Parmalat, Galbani e Nuova Castelli) ha disposto che nella paga di marzo ai lavoratori italiani sarà erogato un bonus del valore di 250 euro. Un contributo riconosciuto a circa 4 mila lavoratori presenti in 29 stabilimenti. Inoltre, la società francese ha predisposto un’indennità che subentri nel caso di ricovero o convalescenza da Coronavirus.

I gruppi delle acque minerali Bracca e Pineta hanno predisposto uno straordinario del 15% sulla retribuzione lorda.

Giovanni Rana, industriale italiano, fondatore del gruppo “Pastificio Rana” guidato dal figlio Gian Luca, ha  disposto un extra del 25% nella paga di marzo e aprile. Ha predisposto un bonus di 400 euro alle famiglie con figli minori. Un aiuto a fronte delle spese di babysitting. L’imprenditore ha previsto una polizza assicurativa nel caso di contagio da Covid-19. A tutela di tutti i lavoratori sia quelli impegnati nella filiera sia quelli che operano a distanza attraverso lo smart working.

.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein