Auto elettriche: ogni anno la batteria perde il 2,3% della sua capacità

Secondo un recente studio la capacità delle batterie delle auto elettriche si degrada di almeno il 2,3% all’anno

Arrivano brutte notizie per tutti coloro i quali pensano di comprare una vettura elettrica. Infatti secondo recenti studi di Geotab che hanno analizzato dati di una flotta di auto elettriche, queste vedono diminuire la capacità della propria batteria ogni anno del 2,3 per cento. Geotab ha utilizzato i dati di 6.300 flotte e veicoli elettrici di consumo  arrivando a calcolare questa perdita di capacità negli EV. Lo studio inoltre dimostra anche che il modo in cui un pacco batteria viene raffreddato e / o riscaldato dall’aria o dal liquido può influire sulla sua longevità.

Secondo un recente studio la capacità delle batterie delle auto elettriche si degrada di almeno il 2,3% all’anno

Ad esempio facendo un confronto con singoli modelli, lo studio sulle auto elettriche rivela che la capacità di Tesla Model S del 2015 è diminuita in media del 2,3 per cento ogni anno, mentre il pacco batterie di una Nissan Leaf del 2015 è diminuito in media del 4,2 per cento quest’anno. La vettura della casa automobilistica di Elon Musk utilizza un sistema di raffreddamento a liquido, mentre quella di Nissan si affida a un sistema di raffreddamento ad aria passivo.

Inoltre un’altra cosa che si è capita con questo studio è che il degrado della batteria delle auto elettriche non è lineare in alcuni anni la capacità diminuisce molto in altri invece solo di poco. Anche i tempi di ricarica possono cambiare con il tempo a causa di eventuali aggiornamenti over the air come quelli ad esempio che avvengono con le auto di Tesla. Le auto elettriche usate più di frequente vedono la capacità della propria batteria degradarsi più lentamente. Anche il clima influisce, infatti dove va più caldo la capacità della batteria diminuisce più rapidamente rispetto a paesi in cui il clima è più freddo.

Ti potrebbe interessare: Auto elettriche e a guida autonoma: europei e cinesi sono più aperti rispetto agli americani

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp