Auto usate: ecco come sapere se i chilometri sono quelli reali

Contachilometri truccati, fate attenzione quando comprate una macchina usata.

Spesso ci capita di dover comprare un auto usata, per un figlio, per una moglie, perché non possiamo comprarla nuova, e nel visionare queste auto usate si possono avere dei dubbi sul numero effettivo di chilometri percorsi realmente. Per evitare di essere truffati si consiglia di consultare il servizio che troviamo su il Portale dell’automobilista del Ministero dei Trasporti, verifica ultima revisione, non è per niente difficile, basta inserire la targa del veicolo e il sistema vi da i numeri di chilometri dell’ultima revisione fatta.

Vediamo da giugno 2018 quali soluzioni si sono trovate per smascherare i furbetti dei contachilometri

La circolare del MIT 26868 dice: all’atto della consegna della carta di circolazione il tecnico che effettua la revisione dovrà evidenziare all’utente il dato chilometrico rilevato e farlo controfirmare per accettazione sulla domanda di revisione. Dal 19 novembre prossimo, se la vettura viene portata da persona diversa del proprietario a fare la revisione, ci vorrà una delega appunto del proprietario della vettura che autorizzi la persona delegata a controfirmare per lui, nel caso non ci fosse, l’esaminatore della revisione non può procedere all’esame.

Al momento della revisione, nella colonna dove c’è scritto chilometri rilevati dall’operatore, il dato dei chilometri viene rilevato manualmente dalla strumentazione di bordo dall’operatore protagonista in prima persona nell’eseguire la revisione del veicolo.

Il Portale dell’automobilista tuttavia specifica che è di esclusiva responsabilità dell’utente verificare il dato inserito appena ricevuto il predetto attestato e, in caso di errore, chiederne l’immediata rettifica all’operatore che ha seguito la revisione.

Se nel caso siete incappato in un acquisto sbagliato e avete la prova del contachilometri scalato dovete passare all’azione; la prima cosa è agire entro il termine della garanzia legale, 24 mesi. Consigliato inviare una raccomandata al venditore contestando un difetto di conformità grave e se il venditore trova scuse di ogni genere, segnalate il tutto all’AGCM, e se non trovate nessun accordo non c’è altro da fare che iniziare una causa legale.

Possiamo dire ancora che vendere un auto con chilometri alterati significa aver venduto una cosa per un’altra e le responsabilità del venditore possono essere:

1)di tipo penale, per frode in commercio e truffa;

2)contrattuale per aver venduto una cosa per un’altra;

3)istituzionale, per pratica commerciale scorretta.

Niente bollo auto e acquisto veicolo con Iva la 4% per legge 104

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest