Autorizzazione assegni al nucleo familiare respinta per sovrapposizione periodo, cosa significa?

Perchè l’INPS rifiuta l’autorizzazione all’inserimento nel nucleo familiare di un soggetto affermando che ci sono periodi sovrapposti?

In alcuni casi specifici per poter fruire degli assegni al nucleo familiare è necessario presentare, preventivamente, domanda di autorizzazione per l’inclusione di determinati soggetti all’interno del nucleo familiare. E’ il caso, per esempio dei figli maggiorenni invalidi, dei figli maggiorenni studenti appartenenti a nucleo familiare numeroso, o dei figli di genitori divorziati o separati.

Autorizzazione ANF respinta

Una lettrice scrive per chiedere:

Buonasera,
Ho un quesito che non riesco a comprendere, nemmeno il patronato a cui mi sono rivolta per fare l’autorizzazione non riesce a capire nonostante INPS abbia risposto loro.
La pratica risulta respinta per il seguente motivo: Esistono periodi autorizzati sovrapposti a quello determinato per il beneficiario in esame, periodo dal 01.07.2016 al 31.07.2022.
In attesa di risposta ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti

Ovviamente non conoscendo la situazione familiare posso procedere soltanto facendo ipotesi.

Il messaggio di risposta dell’INPS nel respingere la richiesta è molto chiaro: la richiesta di inserimento nel nucleo familiare si sovrappone ad altra richiesta di autorizzazione già accettata ed in vigore dal 2016 al 2022.

Potrebbe essere il caso, portando sempre un esempio, di due genitori divorziati: il padre chiede inserimento nel proprio nucleo familiare ANF del figlio e la richiesta viene autorizzata dal 2016 al 2022. Nel 2020 la mamma presenta domanda di autorizzazione per inserire nel proprio nucleo familiare ANF lo stesso figlio: l’INPS non concede l’autorizzazione poichè per quel figlio è stato autorizzato alla percezione degli assegni già il padre fino al 2022.

Non so se quello che ho descritto possa avvicinarsi al suo caso ma la persona che ha tentato di inserire nel suo nucleo familiare per richiedere l’autorizzazione ANF è già stata inserita, nel 2016, in un altro nucleo familiare per la ricezione degli ANF.

Inutile, quindi, presentare domanda di autorizzazione poichè a meno che non si presenti una sorta di autocertificazione in cui il genitore autorizzato dichiari di rinunciare agli assegni al nucleo familiare in favore dell’altro. Nella autocertifcazione deve essere specificato anche il nome dei figli per i quali si rinuncia all’assegno al nucleo familiare.

Il mio consiglio, quindi, è quello di presentare, contestualmente alla domanda di autorizzazione all’inserimento nel nucleo familiare anche autocertificazione in cui l’attuale beneficiario dell’autorizzazione dichiari di rinunciare agli assegni al nucleo familiare in suo favore. In questo modo l’INPS dovrebbe autorizzare l’inserimento nel nucleo.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.