Autovelox: le cose da sapere in caso di multe

Multe autovelox non sempre bisogna pagarle, ecco le cose da sapere e cosa controllare.

Secondo alcuni giudici di pace, c’è una distinzione importante da fare per quanto riguarda gli autovelox. Una cosa è quando si riceve una multa da autovelox omologati, un’altra e quando invece si viene presi e si riceve una multa da autovelox approvati, in questo caso tutti i verbali risulterebbero illegittimi.

Si sono formati due schieramenti, da una parte ci sono alcuni giudici di pace secondo cui gli apparecchi per il controllo della velocità devono essere omologati come prevede la legge 142 del Codice della strada, dall’altra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dove si procede con la loro semplice approvazione come prevede l’articolo 345 del Regolamento di esecuzione del Codice.

Da un lato ci sono i giudici secondo i quali approvazione e omologazione sono procedure diverse: alla prima si ricorre quando le norme non stabiliscono le caratteristiche fondamentali o particolari prescrizioni, alla seconda, se è necessario accertare la rispondenza e l’efficacia dell’oggetto alle prescrizioni, come è indispensabile quando si deve misurare la velocità dei veicoli.

Multa autovelox e omologazione

La situazione in Italia e che nessun apparecchio  attualmente utilizzato è omologato, sono tutti solo approvati, di conseguenza tutti gli autovelox sarebbero fuorilegge e tutti i verbali da impugnare.

Questa cosa sarebbe una catastrofe per i Comuni in quanto tutti i verbali sarebbero illegittimi, e per le loro casse sarebbe una grossa perdita di denaro, essendo una grossa fonte di entrata.

Ci sarebbero ripercussioni anche sulla sicurezza stradale, in quanto l’esuberanza degli automobilisti è tenuta a bada proprio in molti casi dalla presenza degli autovelox.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube