Avvelena la collega inserendo dell’acido nell’acqua, ecco dove è successo

Una donna arrestata per tentato omicidio, per aver tentato di avvelenare la collega di lavoro iniettando nella bottiglietta dell’acqua una siringa di acido.

Arrestata la donna che ha cercato di avvelenare la collega inserendo nella bottiglietta d’acqua dell’acido. Sembra un film, ma è una storia vera, accadutta ad una dipendente dell’Eni di San Donato, nell’hinterland milanese.

La donna,  avrebbe cercato di avvelenare un collega mettendo dell’acido cloridrico nella bottiglietta che aveva sulla scrivania. La donna, già in precedenza era stata segnalata ai carabinieri. Infatti, da indagini, hanno appurato che la donna aveva già molestato una sua collega per telefono e le aveva imbrattato l’auto e la porta di casa. Inoltre, i carabinieri hanno trovato nell’abitazione della donna delle bombolette spray e nella borsa una bottiglietta con la sostanza caustica e una siringa, che è servita ad iniettare l’acido nell’acqua della collega da eliminare. Fortunatamente il suo piano non è andato a buon fine.

Questo ha determinato l’arresto della donna di 52 anni per atti persecutori e per tentato omicidio. 

Leggi anche: Acqua esposta al sole pericolosa per la salute, ecco la sentenza shock

Acido in acqua


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.