Avviso di chiamata CPI Sardegna: 10 operatori vigili del fuoco, ecco il bando

I centri per l’impiego della Sardegna hanno pubblicato un avviso di chiamata ai sensi dell’art.16 L.56/87 per 10 operatori vigili del fuoco. Ecco il bando.

L’ASPAL, Azienda sarda per le politiche attive del lavoro, ha pubblicato un avviso di selezione per 10 posti di Operatore di Vigile del fuoco Soccorso pubblico, da ripartire in varie sedi. Si tratta di un avviamento a selezione tramite CPI secondo l’art. 16 della L.56/87. le assunzioni saranno effettuate mediante chiamate numeriche alla selezione secondo l’ordine risultante dalle liste dei CPI territoriali competenti. Vediamo come compilare la domanda.

Avviso chiamata Vigili del fuoco CPI Sardegna (art.16 L. 56/87)

L’ASPAL pubblica un avviso di avviamento a selezione negli pubblici, ai sensi dell’art. 16 della L. 56/87, di personale da adibire a qualifiche per le quali è richiesto il solo requisito della scuola dell’obbligo. Infatti, è stato pubblicato un avviso per l’assunzione, a tempo pieno e indeterminato nella qualifica di Operatore del corpo nazionale vigili del fuoco, di 10 unità ripartite nel seguente modo:

  • 3 Operatori da avviare presso la Direzione Regionale dei VV.F. di Cagliari (ID 14382);
  • 4 Operatori da avviare presso il Comando Provinciale dei VV.F. di Sassari (ID 14383);
  • 2 Operatori da avviare presso il Comando Provinciale dei VV.F. di Cagliari (ID 14385);
  • 1 Operatore da avviare presso il Comando Provinciale dei VV.F. di Nuoro (ID 14384).

Avviso chiamata Vigili del fuoco: requisiti

Per partecipare a questo avviso sono richiesti i seguenti requisiti:

a)requisiti generali per l’accesso all’impiego presso una pubblica amministrazione;

b)godimento dei diritti civili e politici;

c)qualità morali e di condotta;

d)iscrizione alle liste dei centri per l’impiego;

e)stato di disoccupazione;

f)dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID);

g)cittadinanza italiana;

h)età non superiore ai 45 anni;

i)idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio che sarà verificata, da un medico del Servizio sanitario nazionale competente per territorio, prima dell’assunzione in servizio;

l)non essere stati destituiti dall’impiego pubblico o espulsi dalle Forze armate o dai corpi militarmente organizzati.

Possono partecipare alla selezione anche gli occupati.

I requisiti devono essere posseduti dagli interessati alla data di scadenza del bando.

Inoltre, nell’art. 2 del bando, in schede riassuntive sono indicate le caratteristiche generali dei posti messi a selezione e requisiti specifici, che i candidati devono obbligatoriamente leggere.

Come presentare domanda

Per partecipare a questo avviso di selezione e, di conseguenza, essere inseriti in graduatoria, i candidati devono presentare:

a)la domanda, utilizzando il modello allegato, che deve essere, pena esclusione dal concorso, compilata in ogni sua parte e firmata;

b)copia della dichiarazione ISEE in corso di validità. La presentazione di questo documento è è importante per l’attribuzione del punteggio. Infatti, la sua mancanza comporterà la penalizzazione di 25 punti. Si fa presente che la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU) non equivale e non sostituisce il documento ISEE;

c)copia di un documento di riconoscimento valido.

Le domande vanno presentate, dal giorno 03/02/2020 al giorno 14/02/2020, in una delle seguenti modalità:

1)consegnata a mano, presso il CPI di appartenenza. In questo caso, la domanda può essere presentata anche da un delegato a condizione che abbia delega formale firmata e fotocopia del documento di riconoscimento del delegato e del delegante,

2)a mezzo posta elettronica certificata PEC. I documenti devono essere inviati in formato PDF.

Non saranno considerate domande inviate in modalità diverse da quelle indicate.

Graduatoria e prove di selezione

La graduatoria, che avrà la validità di un anno, sarà formata in base ai criteri già stabiliti dai regolamenti dell’ASPAL. Per ciascun profilo e qualifica, verrà creata una graduatoria nella quale saranno inseriti i candidati ammessi. Entro 10 giorni dalla scadenza dell’avviso, il responsabile del procedimento del CPI preparerà una graduatoria che sarà poi inviata all’Ente richiedente la selezione. Qualora pervengano domande in numero superiore a 50, il termine di 10 giorni sopra indicato è modificato come segue: a)fino a 200 domande 20 giorni; b) fino a 450 domande 30 giorni; c) fino a 600 domande 45 giorni.

Infine, entro 15 giorni dalla pubblicazione della graduatoria sul sito dell’ASPAL, alla pagina Concorsi e selezioni per amministrazioni pubbliche art. 16 L. 56/87, sarà pubblicato l’elenco dei convocati e la data delle prove di idoneità, consistente nello svolgimento di prove pratiche con argomenti elencati nell’art. 2 del bando. Tale prova non sarà valutativa, ma servirà ad accertare l’idoneità del lavoratore a svolgere le mansioni richieste.

Per tutte le altre informazioni sul presente avviso di selezione, si rimanda al sito dell’ASPAL e al bando che i candidati devono obbligatoriamente leggere.

Leggi anche: Pagamento degli straordinari arretrati per i vigili del fuoco e forze dell’ordine, le novità


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp