Bambini non vaccinati paragonati agli ebrei vittime della Shoah: la campagna shock dei no vax

Una delirante campagna shock che oltraggia lo sterminio di un popolo paragonando i bambini non vaccinati ai bambini ebrei sterminati nell’olocausto…si sta davvero esagerando.

Fa discutere la campagna no vax shock di Trento che ha paragonato i bambini non vaccinati esclusi dalle scuole perseguitati come i bambini ebrei rinchiusi nei campi di concentramento vittimi della shoah.Il maxi cartello itinerante percorre le strade della città con la macabra scritta “la storia si ripete”, raffigurando due bambini, uno marchiato come non ariano e uno come non vaccinato.

Una campagna di cattivo gusto condannata non solo dal mondo politico locale che oltraggia la storia e lo sterminio di un intero popolo. “I contenuti del manifesto delirante e folle affisso a Trento da un gruppo di no-vax è quanto di più offensivo nei confronti delle vittime della Shoah sia mai stato propagandato negli ultimi anni”, ha commentato Alessandro Bertoldi, presidente di Alleanza per Israele, parlando di “volgare delirio”.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.