Bambino non vaccinato, viene tenuto lontano dai suoi compagni, ecco dove

Bimbo inizia l’anno scolastico, ma viene allontanato dai suoi compagni perché non era vaccinato, ecco dove

Nella scuola materna di Settimo, un bambino che non è stato vaccinato è stato praticamente diviso dai suoi compagni di classe, a quel punto intervengono i carabinieri e si apre subito un’inchiesta.

Ecco come sono andati i fatti

Nella scuola dell’infanzia Arcimboldo di via della Consolata a Settimo Torinese, un bambino inizia l’anno scolastico, ma viene subito messo lontano dagli altri bambini, perché non è stato vaccinato. I genitori del bimbo, anche loro ‘’no vax’’ non avevano effettuato i vaccini al loro figlio, cosi, il primo giorno di scuola si scatena il putiferio.

Vaccini: a settembre nessuna esclusione dai nidi e scuole materne, le novità

La dirigente scolastica, è stata costretta a chiamare i carabinieri per riuscire a mettere fine alla infinita discussione tra i genitori.

I carabinieri, arrivati sul posto hanno inviato una segnalazione alla Procura di Ivrea, per far luce sulla situazione che si era creata. Inoltre, i genitori del piccolo, a loro volta hanno presentato un esposto.

Al bambino è stato permesso di iniziare la scuola ma con la condizione di essere diviso dai compagni che risultavano vaccinati. Un’esperienza un po’ bizzarra per il piccolo che ha dovuto seguire le attività scolastiche praticamente da solo in un’aula diversa da dove si trovavano i suoi compagni.

Vaccini, guida per le famiglie: obblighi e autocertificazioni

I genitori del bimbo, hanno dichiarato che avevano preso l’appuntamento per effettuare la vaccinazione il 21 settembre, ma se il loro figlio non sarà sottoposto alle visite prevaccinali, hanno intenzione di rimandare l’appuntamento. Il preside si rifiuta categoricamente e dice che il bambino potrà frequentare la scuola ma rimarrà da solo in aula, da questa decisione si è scatenata la discussione tra i genitori.

Bimbo no vax lontano dai suoi compagni di classeIl padre del bambino, molto arrabbiato dichiara: ‘’ “Il bambino, comunque, riceverà il primo vaccino il 21 settembre, quindi l’iter è aperto. Ma non siamo certi che in quella data la situazione potrà risolversi, perché, qualora non avessimo le visite prevaccinali, noi saremo costretti a rimandare. Per puro scrupolo, continua il padre, la settimana prima dell’inizio della scuola ho inviato tramite una pec la documentazione necessaria: la circolare della Regione Piemonte e la prenotazione dell’Asl al primo richiamo. Non ottenendo risposta ho quindi richiamato la segreteria per avere conferma dell’avvenuta ricezione, dopo alcune ore riceviamo una nuova telefonata in cui mi annunciano l’esclusione di mio figlio dall’aula, secondo quanto deciso dalla dirigente scolastica. Un’assurdità”

Una circolare della regione è ben chiara: tutti i genitori dei bambini che possono dimostrare di aver prenotato la visita per le vaccinazione entro la fine di quest’anno, possono mandare i figli a scuola tranquillamente.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.