Banca e conto corrente, ecco a cosa bisogna fare attenzione

Conti correnti, ecco quello che devi sapere

Quando sentiamo parlare del conto corrente migliore, bisogna sapere che principalmente non esiste un conto corrente migliore dell’altro, ma ogni consumatore cerca di trovare, giustamente, la cosa migliore per le proprie esigenze.

Il mercato propone un conto corrente con condizioni economiche e contrattuale molto vantaggiose, sarà veramente cosi?

Il primo passo importante da fare quando si decide di aprire un nuovo conto corrente, è quello di fare massima attenzione all’indicatore sintetico di costo, cioè l’ISC. Questo rappresenta il valore che viene calcolato per più profili di operatività, e che in fondo garantisce un valido indicatore del costo complessivo del conto, prendendo in considerazione le spese e le commissioni per quanto riguarda il cliente, ma escludendo tutti gli oneri fiscali e interessi vari. In poche parole, questo dovrebbe essere specificato nell’ estratto conto di ogni cliente, ma spesso e volentieri viene ignorato. Nello stesso estratto conto, la banca specifica anche tutte le varie spese sostenute durante l’anno. Con l’estratto contro si da al cliente la possibilità di controllare accuratamente se il proprio conto corrente ha delle spese troppo alte. 

C’è poi chi decide di cambiare banca, ma entra in ballo una sorte di lavaggio del cervello per impedire di trasferire i propri risparmio ad un altro intermediario. 

Fatte attenzione, quando decidete di cambiare la banca e aprire un nuovo conto corrente, perché c’è comunque il rischio di ritrovarvi con la banca che ha cambiato le condizioni, quindi è sempre meglio controllare bene la propria posizione. In seguito si consiglia di fare estrema attenzione per quanto riguarda i servizi inutilizzati, perché la banca potrebbe offrire una diminuzione dei costi inutilizzati, ma bisogna controllare periodicamente e chiedere che la riduzione dei costi sia davvero effettuata.

Carta Iban, ecco cos’è

In poche parole funziona come carta prepagata e all’occorrenza può essere un conto corrente. Questa carta Iban è una novità che viene proposta come strumento di pagamento, perché permette liberamente di ricevere bonifici oppure domiciliare le utenze. Una cosa è certa invece: con questa carta non è possibile andare in rosso, oppure cercare di associare un deposito titoli.

conto corrente bancario, fatte attenzioneConto base gratuito: c’è un’ alternativa più conveniente?

Da ormai un paio d’anni le banche e le poste sono obbligate a presentare ai propri clienti i ‘’conti di base’’. Questo tipo di prodotti non vengono quasi mai pubblicizzati, ma c’è una buona notizia: sono previsti contenuti trasparenti e facilmente comparabili.

Bisogna sapere che ci sono dei conti correnti pensati appositamente per le persone più disagiate. Questa iniziativa, grazie al decreto 201/2011, ha reso obbligatorio l’accredito sul conto corrente o libretto di risparmio delle pensioni che sono pari o superiori a euro 1.000, e tutto ciò per limitare l’uso del contante. Per non rendere troppo scomoda questa imposizione, il Governo aveva pensato a introdurre i conti base gratuitamente per tutte famiglie più disagiate.

Fedeltà penalizzata: i clienti di lunga data pagano più dei nuovi clienti 

Si sapeva già che non si riceve un premio per la fedeltà, soprattutto quando si tratta dei clienti bancari che hanno aperto un conto corrente da un bel po’ di tempo. Anzi, viene dimostrato che le loro condizioni contrattuali sono più sfavorevoli rispetto ai nuovi clienti. Grazie all’indagine di Banca d’Italia, esce fuori il fatto che i conti più vecchi hanno uno stretto collegamento con la variabilità dei costi. È consigliabile ogni tanto di rinegoziare le condizioni oppure optare per cambiare direttamente il conto corrente, altrimenti si rischia di trovarsi con dei oneri molto più alti rispetto ad un nuovo cliente.

Concorrenza: bisogna controllare la possibilità di altre condizioni più vantaggiose.

Nonostante non ci sono costi per la chiusura del conto corrente, nell’ultimo periodo, sempre più italiani hanno scelto di cambiare il proprio conto corrente, proprio perché con l’anzianità del conto si ritrovavano a pagare molti più oneri.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.