Bancomat 2019, tutte le nuove regole che devi conoscere

Sono previste importanti novità che riguardano l’uso del bancomat a partire dal 2019. Infatti si potrà acquistare online e non solo

Una carrellata di novità in arrivo dal prossimo 1° gennaio 2019 per chi è possessore di carte Bancomat. Infatti, dal nuovo anno che è quasi vicino, si potranno utilizzare tali carte anche online, sui siti di e-commerce per fare acquisti, o per pagare tributi su PagoPA per i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione italiana, o ancora per scambiare denaro in tempo reale. Un’altra novità è l’azzeramento dei costi interbancari per tutte le operazioni che stanno sotto i 15 euro.

Pagamenti Bancomat online, tutte le novità da sapere

Come sappiamo, finora la possibilità di effettuare acquisti online era riservata soltanto a chi era possessore di una carta di credito o prepagata. Diversamente si doveva avvenire in pagamento alternativo: bonifico bancario o postale, con la conseguenza di dover attendere i tempi tecnici di emissione, o contanti alla consegna, opzione che di solito prevede un costo aggiuntivo. Per fortuna le cose si sono facilitate anche per chi possiede un Bancomat: ora sui siti di e-commerce sarà possibile usare anche Bancomat, direttamente dal proprio smartphone, utilizzando semplicemente il numero di telefono come codice per confermare la propria identità. Tutto questo è stato reso possibile grazie alla tecnologia Jiffi, già utilizzata da oltre 5 milioni di clienti in Italia, secondo le stime riportate dall’AD di Bancomat Alessandro Zollo.Bancomat 2019, tutte le nuove regole che devi conoscere

Spariranno i contanti? Vediamo cosa dicono le percentuali Italia- Europa

Inoltre, un’altra grande novità è l’azzeramento dei costi interbancari sostenuti dai titolari di carte Bancomat, soltanto però nel momento in cui il valore delle loro operazioni sia inferiore ai 15 euro. Facendo in questo modo si ha l’obiettivo di rendere i pagamenti più sicuri e veloci e di incentivare soprattutto  il ricorso alla moneta elettronica rispetto al contante. Infatti, solo in Italia, il contante è  oggi utilizzato per oltre l’80% dei pagamenti dagli italiani, rispetto allo scenario europeo che prevede una media inferiore al 60%.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.