Bancomat o carta di credito: detrazioni fiscali e incentivi per chi le usa

Allo studio ci sono gli sconti fiscali come incentivi per chi usa bancomat o carte di credito, si potranno effettuare pagamenti quotidiane

Allo studio ci sono gli sconti fiscali come incentivi per chi usa bancomat o carte di credito, si potranno effettuare pagamenti quotidiane come pagare l’idraulico, fare la spesa, pagare il ristorante, l’estetista e tant’altro. Questo metodo non va a punire chi è abituato ad usare il contante, ma incentiva le persone ad avere un rimborso sotto forma di detrazione fiscale, è va ad incentivare anche i proprietari degli esercizi commerciali che verranno premiati nell’installare i pos incassando così con le carte invece di contanti, e come premio riceveranno un credito d’imposta. Si cercherà, sempre per i commercianti, di azzerare le commissioni fino a 5 euro e di ridurre quelle fino a 25 euro.

Vediamo esattamente come potrebbe funzionare

Questo nuovo sistema andrebbe a combattere l’evasione fiscale, si seguirebbe il sistema o metodo che si usa con le agevolazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie e risparmio energetico, il ricorso a pagare con le carte potrebbe servire all’utente per poter fruire della detrazioni IRPEF su spese mediche, la palestra per i figli, Università e altro. Per combattere l’evasione fiscale si comincia già dal primo gennaio 2020, quando per i commercianti sarà difficile evadere quando entrerà in vigore lo scontrino elettronico. Il trucco sta nel coinvolgere il contribuente a pagare con la carta per usufruire delle detrazioni fiscali, e con questo il commerciante sarà obbligato, se vuole essere competitivo e vendere, avere il pos, e essere costretto con il pagamento della carta, a rilasciare relativo scontrino.

Card unica, altro sistema di pagamento

Un altro strumento che si sta cercando di introdurre dal 2020, è la card unica. Consiste nel l’assorbimento dell’attuale carta d’identità elettronica, la tessera sanitaria, la patente e forse la tessera elettorale. Verrebbe dotata di una funzione di pagamento per operare come una sorte di borsellino elettronico, non servirà obbligatoriamente di disporre di un conto corrente bancario, la card verrebbe collegata ad un più semplice pagamento e avrebbe la possibilità di essere caricata anche dal tabaccaio.

Detrazioni Irpef 2020: previste solo a chi utilizza il bancomat o la carta di credito


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp