Benessere psicologico: ecco perché è ancor più importante ritrovarlo oggi dopo l’epidemia

I mesi di lacerante lock-down, vissuti recentemente, hanno avuto effetti sulla salute degli italiani, problemi di tipo economico e sociale. Ma un aspetto che spesso viene trascurato è il benessere psicologico. L’epidemia ha certamente influito sulla nostra psiche. Ma con quali conseguenze?

Benessere psicologico è la parola d’ordine. Tutti hanno il diritto di coltivarlo e ritrovarlo, specie a seguito degli eventi che hanno scosso il nostro Paese, l’Italia, degli ultimi tempi. C’è chi ha perso i propri cari, chi ha visto soffrire le persone a cui teneva, chi ha sofferto in prima persona, chi ha vissuto male il dover trascorrere l’intera giornata barricato nelle proprie mura domestiche.

Benessere psicologico: quali effetti ha recato con sé il Corona-Virus?

Il primo, più grave, effetto del Corona-Virus è stato sicuramente aver inciso sulle nostre abitudini e personalità. Se tempo fa un abbraccio od un bacio erano l’ABC del saluto, ora ci troviamo a dover fare i conti con mascherine e distanziamenti sociali. Inevitabili gli effetti sul nostro benessere psicologico e su quello delle persone con cui quotidianamente ci confrontiamo.

Il terrore di contrarre il virus, poi, e quello che a contrarlo siano le persone a noi più care, produce sul nostro  cervello un effetto devastante. Anche il senso di incertezza e precarietà, lo stress e la profonda ansia che ci circonda incidono fortemente sul nostro benessere psicologico.

Benessere psicologico: l’importanza di essere seguiti da un esperto

Durante tutto il periodo del Corona-Virus, il web o le pagine dei giornali sono stati tempestati di annunci di professionisti che offrivano supporto psicologico durante i mesi di lock-down. I comuni si sono attrezzati mediante collaborazioni con professionisti incaricati di offrire supporto telefonico (vista l’imminenza del Virus era impossibile recarsi fisicamente in loco), a titolo totalmente gratuito.

Altri psicologi si sono attrezzati anche per il supporto online, mediante vere e proprie consulenze in video-conferenza, che tentavano di simulare in tutto e per tutto delle reali sedute per il benessere psicologico.

Anche l’OMS interviene in materia:

L’organizzazione mondiale della sanità ha gettato un cono di luce sulla problematica, ribadendo l’importanza di tutelare il benessere psicologico dell’individuo. La stessa, infatti, descrive la salute come “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale dell’individuo”. Sono nate (anche da trasformazioni di precedenti forme giuridiche) delle associazioni finalizzate a fare proprio questo.

Alcune compaiono in Lombardia proprio per fornire assistenza al benessere psicologico dei propri lavoratori all’interno della compagine aziendale. Si pensa già a soluzioni di supporto economico alle imprese, per fornire assistenza psicologica ai propri lavoratori mediante corresponsione di voucher.

Insomma, l’importanza di ritrovare il benessere psicologico non è mai stata poco scontata come in questo momento.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Giulia Curiale

Penso che scrivere sia il modo più immediato per far conoscere se stessi agli altri, per poter mettere a nudo le proprie emozioni o i propri pensieri. Scrivere vuol dire comunicare attraverso un canale a sè, unico e, per questo, speciale. Sono Giulia, ho 25 anni e sono laureata in Giurisprudenza. Amo l'healthy food, la vita salutare, lo sport, ma la mia curiosità mi spinge a interessami praticamente ad ogni aspetto più svariato. Scrivo, perchè scrivere è un'esigenza!