Bollo auto 2018: quanto costa, esenzione e riduzioni auto Gpl, tutte le novità

Bollo auto 2018: ecco nel dettaglio il calcolo e quando si può richiedere l’esenzione, e in quali regione è automatica l’esenzione per le auto GPL

Bollo auto è uno degli argomenti su cui ci sono tantissime cose da dire, è un mondo molto vasto in quanto ci sono tanti casi diversi che lo riguardano, come ad esempio possiamo partire dal calcolo di questa tassa che non è uguale per tutti.

Ecco come calcolare il costo del bollo auto

Per calcolare il costo del bollo auto bisogna attenersi a diversi parametri:

  • La potenza del veicolo espressa in Kilowatt;
  • La classe ambientale del veicolo.

Questi dati si possono trovare sulla carta di circolazione, i kilowatt alla voce P.2, oppure si può dividere la potenza CV per 1,35962, la classe ambientale è riportata alla voce V.9.

Facciamo presente che per ogni veicolo che ha una potenza superiore a 185 KW sono soggette al superbollo e si paga:

  • 20 euro per ogni Kw in più ai 185 Kw, per i primi 5 anni di vita del veicolo
  • 12 euro per ogni Kw in più ai 185 Kw, dal 6° anno al 10° anno
  • 6 euro per ogni Kw in più ai 185 Kw dall’11° anno al 15° anno
  • 3 euro per ogni Kw in più ai 185 Kw dal 16° anno al 20° anno

Dopo vent’anni il superbollo decade.

bollo auto come pagarlo

Ora vediamo come va calcolato il bollo di base:

  • Per i veicoli Euro 4, Euro 5 o Euro 6, l’importo del bollo è pari a 2,58 euro per ogni KW fino a 100 KW e di 3,87 euro per ogni Kw oltre i 100;
  • Per i veicoli Euro 3 l’importo del bollo è pari a 2,70 euro per ogni KW fino a 100 KW e di 4,05 euro per ogni Kw oltre i 100;
  • Per i veicoli Euro 2 l’importo del bollo è pari a 2,80 euro per ogni KW fino a 100 KW e di 4,20 euro per ogni Kw oltre i 100;
  • Per i veicoli Euro 1 l’importo del bollo è pari a 2,90 euro per ogni kW fino a 100 kW e di 4,35 euro per ogni kW oltre i 100;
  • Per i veicoli Euro 0 l’importo del bollo è pari a 3,00 euro per ogni kW fino a 100 kW e di 4,50 euro per ogni kW oltre i 100.

Facciamo un esempio pratico, siamo in possesso di un veicolo con KW 120 ed è EURO 3. Ecco come procediamo per il calcolo. Moltiplichiamo i primi 100KW per 2,70 ed otteniamo 270 a questo dobbiamo aggiungere quello che otteniamo dalla moltiplicazione dei 20 KW, in eccedenza alla quota 100, per 4,05 e otteniamo un costo totale da pagare di 351 euro.

Per ottenere un calcolo più veloce ci possiamo affidare al sito dell’Agenzia dell’Entrate, dove si può fare richiesta del calcolo del bollo o fornendo la targa del veicolo o fornendo in dettaglio i dati del veicolo.

Bollo auto: esenzione con legge 104

Il bollo auto è una tassa che per chi è portatore di handicap può richiedere l’esenzione, e può chiedere l’esenzione anche un familiare che ha a carico fiscalmente il disabile.

I disabili che possono richiedere l’esenzione bollo sono quelli che hanno ridotta o impedita capacità motoria, come ad esempio i non vedenti o sorde, oppure quelle con handicap psichico o mentale.

Per quanto riguarda il tipo di veicolo, per cui si può richiedere l’esenzione, sono tutti quei autoveicoli per trasporto promiscuo e quelli per trasporto speciali per tutte le patologie.

Per maggiori approfondimenti, consigliamo di leggere: Bollo auto non sempre va pagato, è possibile ottenere l’esenzione: ecco come

Esenzioni e riduzioni bollo auto GPL e Ibrida

Le esenzioni, variano da regione a regioni. Nel 2018 ci sono anche delle novità che riguardano il bollo delle auto GPL o metano. Le regioni in Italia che prevedono esenzioni o riduzioni del bollo auto sono 10, più due provincie autonome. Abbiamo analizzato tutte le esenzioni e riduzioni, per le auto GPL e Ibrida, in quest’articolo troverete l’elenco aggiornato: Esenzione bollo auto GPL/Ibrida, in quali regioni non si paga?

Leggi anche:

Bollo auto: riduzioni, esenzioni e nuovi aumenti regione per regione, tutte le novità ad oggi

Bollo auto europeo possibili aumenti: ecco chi viene penalizzato


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.