Bollo auto e legge 104, si può chiedere l’esenzione per difficoltà motorie?

Esenzione bollo auto per difficoltà motorie con legge 104, è possibile ottenerla e come fare? E’ la domanda che un nostro lettore ci ha posto, in ques’articolo analizzeremo cosa stabilisce la normativa in questi casi. Possono fare richiesta di esenzione del bollo auto, i seguenti soggettti: non vedenti e sordi disabili con handicap psichico o mentale […]

Esenzione bollo auto per difficoltà motorie con legge 104, è possibile ottenerla e come fare? E’ la domanda che un nostro lettore ci ha posto, in ques’articolo analizzeremo cosa stabilisce la normativa in questi casi. Possono fare richiesta di esenzione del bollo auto, i seguenti soggettti:

  • non vedenti e sordi
  • disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento
  • disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni
  • disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

In rifierimento a ques’ultima categoria esamineremo quando è possibile e la documentazione da presentare.

Bollo auto con legge 104, quale dicitura deve avere il certificato?

Disabili con ridotte o impedite capacità motorie

Il disabile deve essere stato riconosciuto portatore di handicap o invalido affetto da una patologia che comporta ridotte o impedite capacità motorie.

Il veicolo, sempre nei limiti di cilindrata previsti, deve essere necessariamente dotato di adattamento tecnico risultanti dalla carta di circolazione.

Documentazione da allegare alla domanda

La documentazione da allegare alla domanda di esenzione è costituita da:

  • Copia della carta di circolazione dalla quale risultino gli adattamenti necessari al trasporto o (per i titolari di patente) i dispositivi di guida applicati al veicolo, integrata (per i veicoli muniti di solo cambio automatico) dalla prescrizione della commissione medica locale, ai sensi dell’art.119 del Codice della Strada;
  • Copia della patente di guida speciale (non è richiesta per i veicoli adattati solo nella carrozzeria, da utilizzare per l’accompagnamento e la locomozione dei disabili);
  • Copia dei certificati, rilasciati da Commissioni mediche pubbliche, che riconoscono:
    a) lo stato di handicap o di invalidità,
    b) l’affezione da patologia che comporta ridotte o impedite capacità motorie.
  • Copia della documentazione o dichiarazione sostitutiva di certificazione che attesti che il disabile è fiscalmente a carico dell’intestatario del veicolo (solo nel caso in cui il veicolo non sia intestato al portatore di handicap/invalido).

Dove presentare la domanda

La domanda va presentata entro 90 dalla scadenza del bollo auto, nelle Regioni convenzionate con ACI.

Non è un termine perentorio, l’istanza può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno,  ma sempre entro il limite dei termini di decadenza e prescrizione previsti per le agevolazioni fiscali. Un eventuale ritardo nella presentazione di qualche documento a corredo della domanda non comporta la decadenza dall’agevolazione. Le norme variano a seconda della Regione, quindi conviene sempre informarsi prima di presentare l’istanza di esenzione.

Bollo auto con legge 104, l’esenzione va rinnovata ogni anno?

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.