Bollo auto 2020: mini guida su calcolo e pagamento

La tassa automobilista va calcolata e pagata ogni singolo anno attraverso i canali PagoPa o le varie modalità tradizionali, come: punti Sisal, Lottomatica, Poste Italiane e cosi via.

Bollo auto 2020, da gennaio è mutato il modo di versare la tassa automobilistica, la quale potrà essere pagata anche attraverso l’uso del circuito PagoPA. Nulla di nuovo per quel che concerne il modus operandi della quantificazione dell’importo e delle regole di calcolo.

Bollo auto 2020: aumentano i canali di pagamento

In sostanza, la tassa automobilistica potrà essere versata attraverso varie modalità di pagamento. È stato introdotto il nuovo circuito PagoPa, tuttavia nulla preclude che i proprietari delle vetture paghino il bollo attraverso i sistemi tradizionali, tra cui:

  • sito internet sito, oppure dall’app mobile dedicata all’Agenzia delle Entrate;
  • home banking, sportelli ATM e così via;
  • SISAL, Lottomatica e così via;
  • Agenzie pratiche automobilistiche ACI aderenti;
  • Poste Italiane.

I possessori di veicoli risiedenti nelle regioni Lombardia o Campania, possono beneficiare di uno sconto sulla tassa automobilistica attivando la domiciliazione bancaria.

Dove controllare l’importo da pagare del bollo auto?

Può capitare di non conoscere l’esatto importo del bollo auto da versare, per non perdere la scadenza e incorrere in sanzioni per ritardo pagamento è possibile controllare l’importo della tassa automobilistica collegandosi da pc o app direttamente al sito dell’Agenzia delle Entrate. Infatti, entrando nell’area dedicata al Calcolo del bollo auto in base alla targa del veicolo inserendo i dati richiesti, quali:

  • targa del veicolo;
  • categoria (autoveicolo, motoveicolo e rimorchio).

In automatico viene calcolato l’importo esatto relativo alla tassa automobilistica da versare per l’anno in corso.

Come calcolare e pagare il bollo auto dal portale ACI?

Collegandosi al portale dell’Automobile Club d’Italia (ACI) si può accedere a diversi servizi dedicati agli automobilisti, come ad esempio:

  • Certificato digitale di proprietà;
  • bollo auto;
  • Visure PRA;
  • AvvisACI;
  • Convenzioni accessi dati PRA e così via;

Nel dettaglio, accedendo alla sezione dei servizi online del bollo auto, dove si può ricavare l’importo del tassa da versare. Infatti, inserendo tutti i dati che vengono richiesti passo per passo tra cui regione di residenza del proprietario del veicolo, categoria, targa viene calcolato in automatico l’importo esatto del bollo auto.

Nello stesso sito web dopo aver preso visione dell’importo del bollo auto è possibile procedere al pagamento on line attraverso il circuito PagoPA. Alla somma del bollo viene aggiunto il  costo adottato dal PSP.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein