Bollo auto, Assegno unico, Bonus Befana € 475, ANF, Conto corrente, TFS, Licenziamento, Fatture, Bonus pubblicità, le novità della giornata

Rassegna su: Bollo auto, Assegno unico, Bonus Befana, Bonus commercianti, ANF, Conto corrente, TFS, Licenziamento, Fatture, Bonus pubblicità, le novità

Rassegna notizie su: Bollo auto non pagato; Assegno unico familiare; Bonus befana di 475 euro sulla spesa; Bonus commercianti di 513 euro per anni 2017/2018; Assegni familiari (ANF); Controlli su conto corrente e adozione dei nuovi ISA; Liquidazione TFS; Bonus pubblicità; Licenziamento legittimo; Fatture false; tutte le novità della giornata. 

Bollo auto come fare per non pagarlo

Abbiamo specificato in quest’articolo, la prescrizione del bollo auto avviene 3 anni dopo la sua scadenza, quindi dal 1° gennaio successivo all’anno in cui doveva essere pagato. Per la prescrizione devono decorrere tre anni dal giorno successivo all’avviso di pagamento. Per conoscere come contestare una cartella esattoriale per il mancato pagamento del bollo auto, leggi qui la notizia completa: Bollo auto: come fare per non pagarlo

Assegno unico familiare

Arriva questa proposta di dare a sostegno di chi è disoccupato con figli a carico, un assegno unico familiare, c’è però un punto dolente, le risorse economiche a disposizione a fronte degli altri impegni che ha preso il Governo come lo stop all’IVA e il taglio del cuneo fiscale. Il Governo giallo-rosso aveva sempre dato pieno interesse per le misure a favore delle famiglie e introdurre un assegno familiare unico a favore dei nuclei familiari disoccupati o con un reddito inferiore agli 8mila euro l’anno. Leggi qui la notizia: Assegno unico familiare per disoccupati fino a 240 euro, le ultime novità

Bonus Befana di 475 euro

Arriva un super bonus Befana, una sorta di regalo dell’epifania che il nuovo governo M5s e Pd, sta studiando per i cittadini. È un’ipotesi che gli studiosi del Mef in collaborazione con Palazzo Chigi. L’ipotesi prevede di un cashback, ma cosa significa? In effetti si tratterebbe di una restituzione di una parte dell’Iva per chi usa carte e bancomat, una specie di bonus per limitare l’uso dei contanti. Qui tutte le novità: Spunta il Bonus Befana di 475 euro direttamente su conto corrente, notizie dell’ultima ora

Bonus di 513 euro

Bonus commercianti di 513 euro per chi chiude l’attività commerciale. L’assegno sarà percepito fino al raggiungimento dell’età pensionabile, novità per i lavoratori che hanno chiuso l’attività nell’anno 2017/2018: Bonus di 513 euro: accesso anche per gli anni 2017 e 2018

Assegni familiari (ANF)

Gli assegni familiari sono una prestazione economica corrisposta dall’Inps, al sostegno della famiglia del lavoratore. Gli assegni familiari vengono erogati normalmente in busta paga dal datore di lavoro, ma essendo in realtà a carico dell’Inps, questi vengono compensati con i contributi previdenziali e assistenziali dovuti. Leggi qui la notizia completa: Assegni familiari: modalità semplificata ANF dal 1° ottobre 2019, ecco le novità

Controllo conto corrente con l’adozione dei nuovi ISA

È molto probabile che un punteggio basso dell’ISA comporta di conseguenza un accertamento sul conto corrente. Ciò è previsto dall’art. 9-bis, c. 14 D.L. 50/2017, in quanto i responsi degli ISA si aggiungono alle informazioni già presenti nell’anagrafe dei rapporti finanziari, aumentando il rischio di analisi dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza. Leggi qui la notizia: Conto corrente: sotto la lente di ingrandimento in seguito ai risultati ISA

Liquidazione TFS

Nonostante abbiamo trattato largamente l’argomento sono ancora moltissimi i lettori che ci scrivono per sapere quando spetterà loro la liquidazione della prima rata del TFS maturato negli anni di servizio. Come abbiamo già accennato la liquidazione del trattamento di fine servizio nella pubblica amministrazione ha tempi molto lunghi che variano anche in base alla motivazione che ha portato alla cessazione del rapporto di lavoro. Leggi qui la notizia completa: Liquidazione del TFS: quando spetta la prima rata

Bonus pubblicità: domande da oggi

Partono oggi le domande per presentare la richiesta per il bonus pubblicità, e avere il credito d’imposta del 75%, si presentano esclusivamente online utilizzando il modello pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate e su quello del Dipartimento per l’informazione e l’Editoria, partono oggi e si possono fare fino al 31 ottobre. La possono fare i lavoratori autonomi ed enti non commerciali, previsto per gli investimenti nella pubblicità. Leggi qui come fare: Bonus pubblicità: come avere il credito d’imposta al 75%

Licenziamento legittimo

Un comportamento negligente da parte del lavoratore gli può costare un licenziamento legittimo. Infatti, comunicare all’ultimo minuto la malattia, oppure che questi capitano sempre nelle vicinanze delle festività o ancora richiedere riposi che capitano a fine settimana o inizio.  La Corte di Cassazione con la sentenza 22.07.2019, n. 18283, ha legittimato il licenziamento, in quanto il lavoratore ha assunto un atteggiamento intenzionalmente negligente, cercando di eludere le norme legali e quelle della contrattazione collettiva. Tale comportamento è di notevole gravità e idoneo a pregiudicare la normale organizzazione aziendale. Leggi qui: Licenziamento legittimo in caso di abuso della malattia? Ecco la sentenza

Fatture false: possibile il ravvedimento

La Corte di Cassazione con la sentenza 5448/2018 ha stabilito che con il ravvedimento si può regolarizzare spontaneamente le violazioni delle norme fiscali, fino all’emissione dell’avviso di accertamento e ciò si applica a tutti i reati penali-tributari. Con questa sentenza si è smentito una delle risposte fornite dall’Agenzia delle Entrate nel corso di Telefisco 2018. Leggi qui le novità: Fatture false: è possibile il ravvedimento, ecco come fare

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”