Bollo auto: calcolo in base al consumo, le novità 2019

IL ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha accennato ad una proposta di legge sulla riforma del bollo auto. Ecco in cosa consiste

IL ministro dell’Ambiente Sergio Costa, durante la firma di un accordo per migliorare la qualità dell’area a Roma, ha accennato ad una proposta di legge sulla riforma del bollo auto. Il ministro Costa ha fatto intendere ad un aggiornamento del bollo utilizzando il criterio del bonus malus.

Bollo Auto: quali cambiamenti

Costa, prende a riferimento il malus dell’assicurazione per aggiornate il modo di pagare il bollo auto. Con l’RC auto se fai un’incidente hai il malus cioè il premio assicurativo aumenta mentre se non gai incidenti hai un bonus e il premio scende. Per il bollo auto si pensa di dare il malus se l’auto inquina tanto, mentre se l’auto non inquina si riceverà un bonus, quindi il bollo è più basso.

Bollo auto: come applicare la riduzione

bollo auto

Per la riforma del bollo auto è molto probabile che si prende ad esempio la proposta patta dal Parlamento europeo, cioè adeguare l’importo da pagare p il bollo auto in base al contributo della vettura all’inquinamento da CO2.

Se tale proposta diventerà legge, il bollo potrebbe essere calcolato con due modalità diverse:

  • più emissioni di anidride carbonica, più alta la tariffa;
  • più carburante consumato, più caro il bollo auto.

La seconda proposta è basata, sull’abolizione del bollo e l’aumento delle accise di circa 7 centesimi. Quindi più si consuma il carburante, più si inquina, più si paga, mentre chi non utilizza l’auto non pagherà nulla. Questa proposta è considerata una misura equa e nessuno potrà evadere il bollo. Chi, invece, è contro l’aumento dell’accise sostiene che potrebbe essere una spesa insostenibile.

La prima proposta fa riferimento a ciò che il Parlamento Europeo ha indicato, calcolando l’importo del bollo prevedendo dei rilevatori di anidrite carbonica istallati a bordo di ogni auto.

Facciamo presente che dal 2006 il bollo viene calcolato in base alla classificazione dei veicoli: Euro4, euro5, euro 6.

Abolizione bollo auto storiche: cosa prevede la manovra 2019

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.