Bollo auto con cartella esattoriale, la documentazione per non pagarlo

Bollo auto e annullamento della cartella esattoriale: ecco i documenti da presentare.

Quando non si effettua il pagamento del bollo auto annualmente,  le Regioni o l’Agenzia dell’Entrate devono richiedere il pagamento con un avviso di accertamento notificato al contribuente tramite raccomandata con  A/R o posta elettronica certificata (PEC) entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello di scadenza. Esaminiamo un quesito di un lettore analizzando quale documentazione presentare per non pagare e annullare la cartella esattoriale in atto.

Bollo auto non pagato: cosa fare se prescritto?

Salve, 

Non ho pagato il bollo auto dal 2015 e successive, solo la prima 2015) a dicembre 2018 (ben oltre i 3 anni necessari x la prescrizione) mi venne notificata dalla Regione Campania che pretendevano cmq il pagamento che non ho fatto perché ritenevo che fosse prescritta. 

Da ciò da quello che ho letto su internet sulla prescrizione dovrebbero essere prescritte quella del 2015,2016, e il prossimo 01/2020 quella del 2017. Se così fosse cosa devo fare perché venga presa in carico la prescrizione e che eviti che mi venga richiesta in ogni caso il pagamento? 

In attesa di un vostro riscontro positivo Vi porgo i miei più cordiali saluti

Prescrizione bollo auto

Come sopra riportato il mancato pagamento del bollo auto si prescrive entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello di scadenza.

Trascorso questo fattore temporale di  tre anni dalla scadenza, anche se arriva la notifica di pagamento, è illegittima.

Con l’avviso di accertamento, il termine si interrompe e inizia a decorrere di nuovo a partire dal giorno successivo all’avviso di pagamento. Da quel momento vengono considerati nuovamente altri 3 anni per la prescrizione.

La sentenza della Cassazione sulla prescrizione delle cartelle esattoriali

Il principio della prescrizione del bollo auto vale anche per la notifica della cartella esattoriale. Questo principio è stato chiarito da una sentenza della Corte di Cassazione numero 23395/16. I giudici chiariscono che per i tempi di prescrizione delle cartelle esattoriali di pagamento, si applicano le medesime regole, ed esattamente: prescrizione di 10 anni per debiti Irpef; 5 anni per debiti Imu e 3 anni per il bollo auto.

Cosa fare per annullare la cartella esattoriale

La prescrizione del bollo auto non è automatica, la prima cosa da fare è verificare che effettivamente sia prescritto il bollo e non sono stati recapitati avvisi che ne interrompono la prescrizione.

Per annullare la cartella esattoriale per prescrizione del bollo auto, bisogna presentare un atto in autotutela, non c’è bisogno dell’avvocato e non ha costi. È possibile scaricare qui il modulo con le istruzioni: Autotutela per annullare i debiti (istruzioni e modulo in pdf)


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”