Bollo auto con legge 104: certificati a pagamento o gratuiti?

Esenzione bollo auto con legge 104, il verbale deve riportare la dicitura per poter fare domanda e i certificati medici sono gratuiti, ma non tutti.

Bollo auto esenzione per disabili in possesso di legge 104, una lettrice ci pone due quesiti: Buonasera,  sono un’invalida civile al 75% senza godimento dei permessi ex legge 104-92 art. 3 comma 3.  Per gentilezza vorrei porre due quesiti. Il primo quesito riguarda l’esenzione eventuale del bollo auto. Ne avrei diritto? Il secondo quesito riguarda i rinnovi della mia patente di guida con cadenza pressoché’  annuale a seguito di visita presso commissione Asl di CT. Vorrei sapere se devo pagare le certificazioni mediche degli specialisti da presentare alla commissione. Ciò che mi viene richiesto di fare ogni volta con conseguente notevole dispendio di denari.

Bollo auto: importante la dicitura sul verbale

In riposta al primo quesito, non basta solo avere il verbale legge 104 con handicap grave art. 3 comma 3, è importante anche la dicitura sul verbale.

Per l’esenzione il verbale deve riportare la dicitura che il richiedente possiede i requisiti dell’art. 4 DL 9 febbraio 2012 n. 5. Tale dicitura permette di poter fruire di tutte le agevolazioni fiscali per disabili. 

Tali agevolazioni riguardano: esenzione bollo auto, acquisto auto con iva agevolata al 4%, esenzione passaggio di proprietà, detrazione costo auto, detrazione spese di manutenzioni straordinarie, acquisto pc, tablet, ecc…

Bollo auto: il verbale legge 104 deve avere la dicitura per le agevolazioni fiscali

Certificati del medico specialista gratuiti

Secondo la normativa vigente, ignorata da molti, i certificati per il riconoscimento dello stato di invalidità civile, riconoscimento dell’handicap invalidante ai sensi della legge 104/92, sordità, disabilità e cecità civili, non devono essere pagati quando emessi dal medico specialista. A regolare tale norma è il decreto ministeriale del 12 gennaio 2017 con aggiornamento dei nuovi LEA.

Il riconoscimento dell’invalidità civile con il certificato introduttivo invalidità civile, può essere redatto da qualsiasi medico abilitato, quindi oltre al medico di famiglia anche lo specialista ospedaliero, che sia abilitato e dotato del Pin per l’inoltro telematico all’Inps.

Se l’invio è effettuato dal medico specialista, è gratuito. Purtroppo, molti gli specialisti che non si sono adeguati alla norma e rinviano i pazienti presso il medico di famiglia.

Quando il certificato viene inviato dal medico curante, questi elabora la pratica come libero professionista e quindi a pagamento. L’importo oscilla da un minimo di 50 ad un massimo di  150 euro.

Quindi, se la certificazione che lei deve presentare rientra nei certificati sopra elencati, sono gratuiti. Anche se, come sopra ribadito è difficile trovare il medico specialista ospedaliero che sia disposto ad inviare il certificato di riconoscimento di invalidità.

Assegno invalidità: al rinnovo possono abbassarmi la percentuale?

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”