Bollo auto europeo e nuovo calcolo: chi pagherà di più?

Bollo auto europeo entrerà in vigore 2026: ecco tutte le novità

Il bollo auto europeo sta facendo il suo itinerario per essere messo in vigore per i tir al disopra delle 2,4 tonnellate e bus nel 2023, mentre per tutti gli altri autoveicoli nel 2026. Quindi c’è ancora un po’ di tempo per l’andata in vigore di questo nuovo bollo.

Bollo Europeo le novità

L’iter del bollo europeo è ancora molto lungo, ci sono molte difficoltà e discrepanze da superare. Il bollo ora è all’esame della Commissione Trasporti del Parlamento Europeo. Successivamente  passerà la discussione del Consiglio Europeo e infine l’approvazione di tutti i 27 Parlamenti dei paesi che fanno parte dell’Unione europea. Questo è l’ostacolo più arduo da dover superare.

Bollo auto non pagato, l’autovettura può circolare?

Le novità di questo bollo è il suo calcolo, non si pagherà come tassa di possesso del veicolo, come accade in Italia, ma in base ai chilometri percorsi. Quindi chi farà più chilometri pagherà di più.

Si terrà conto anche del mezzo usato, più ecologico sarà meno si pagherà, verranno applicati degli sconti. Mentre chi utilizzerà mezzi con motori inquinanti pagherà di più.

Bollo auto si pagherà in base ai chilometri, tutte le novità

Bollo auto: si pagherà in base ai chilometri percorsi

Esenzione Bollo Auto

Controllo dei chilometri percorsi come avviene?

Con l’andata in vigore del nuovo bollo auto europeo sarà necessario l’adozione di uno strumento efficiente e non manipolabile per il calcolo dei chilometri percorsi.

Quindi ogni auto dovrà essere dotata di una scatola nera, come quelle che ad esempio fanno istallare diverse agenzie assicurative per abbassare il premio delle assicurazioni stesse.

L’andata in vigore di questo nuovo bollo europeo dovrebbe unificare le discrepanze che sono presenti, attualmente, tra regioni e regioni e tra comuni e comuni in Italia.

leggi anche:

Bollo auto se si va all’estero, non va pagato, ecco quando e perchè

Bollo auto non sempre va pagato, è possibile ottenere l’ esenzione: ecco come

Bollo auto scaduto, non sempre va pagato, ecco perchè


 

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.