Bollo auto, Ici e Imu prescrizione dopo 3 o 5 anni, ecco come annullare il debito

Prescrizione dai tre ai cinque anni per il bollo auto non pagato, Imu e Ici: ecco come annullare il debito con l’ente senza avvocato.

Il bollo auto è la tassa più odiata dagli italiani, seguita dalle tasse sugli immobili Ici e Imu. Spesso succede che il bollo auto con scadenza annuale va nel dimenticatoio e dopo anni arriva la comunicazione di pagamento. Molte volte il pagamento non è dovuto perché è prescritto. Analizziamo come funziona la prescrizione e cosa bisogna fare per l’annullamento.

Bollo auto non pagato e tempi di prescrizione

Le Regioni o l’Agenzia dell’Entrate devono richiedere il pagamento del bollo auto con un avviso di accertamento notificato al contribuente termite mezzo A/R o posta elettronica certificata (PEC) entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello di scadenza.

Facciamo un esempio pratico: se non si paga la tassa automobilistica il 2016, il contribuente potrà ricevere l’avviso di accertamento entro il 31 dicembre 2019.

Trascorso i tre anni dalla scadenza, anche se arriva la notifica di pagamento questa è illegittima, come anche la successiva cartella esattoriale emessa dopo l’avviso di accertamento.

Con l’avviso di accertamento, il termine si interrompe e inizia a decorrere di nuovo a partire dal giorno successivo all’avviso di pagamento. Da quel momento vengono considerati nuovamente altri 3 anni per la prescrizione, se in questo arco di tempo non dovesse arrivare nessuna cartella esattoriale, si verificherebbe la prescrizione e nulla è dovuto.

Il principio della prescrizione del bollo auto vale anche per la notifica della cartella esattoriale. A chiarire questo principio è intervenuta la Cassazione delle S.U. sentenza numero 23395/16. La legge non chiarisce i tempi di prescrizione delle cartelle esattoriali di pagamento, quindi in linea generale si applicano le medesime regole, ed esattamente: prescrizione di 10 anni per debiti Irpef; 5 anni per debiti Imu e 3 anni per il bollo auto.

Domanda di un lettore sulla prescrizione di bollo auto Imu e Ici

Buongiorno, ho aderito alla rottamazione Ter che comprende una cartella per bollo auto 2006 per un importo di euro 222,96 comprensivi di maggiorazioni ed interessi, ed una cartella per I.C.I. 2006 per un importo di euro 91,88, sulle quali ho dei dubbi.

Del bollo auto 2006 ho ricevuto una raccomandata dalla Regione Puglia nel 2009, un’ iscrizione a ruolo notificata il 14/12/2012 ed infine sempre per lo stesso bollo una notifica il 19/02/2018.

Mentre per l’I.C.I. del 2006 ho ricevuto notifica il 15/12/2011, e l’iscrizione a Ruolo il 14/06/2013.

Tutte e due le cartelle non sono state annullate essendo al di sotto dei 1,000 euro, per gli anni 2000-2010 come per legge. 

Inoltre, per il bollo auto sono trascorsi più di 3 anni mentre per l’I.C.I. più di 5 anni.

Non sono prescritte?

Ieri mi sono rivolto all’ADER la quale mi ha risposto che loro non sono tenute ad annullare il debito, ma che è l’ente impositore a farlo, e di rivolgermi alla Regione Puglia.  

Nell’attesa di un vostro consiglio vi faccio i complimenti per la vostra rubrica utilissima.

Cordialità

Tempi di prescrizione imposte

Come sopra specificato i tre anni decorrono dalla scadenza annuale, nel suo caso per il bollo auto non pagato nel 2006, l’avviso di accertamento potrà pervenire entro il 31 dicembre 2009.

Se l’avviso rientra in tale data è legittima la richiesta di pagamento e ripartono i tempi di prescrizione.

La sentenza della Cassazione a Sezioni Unite del novembre 2016 specifica che non è giusto parlare di prescrizione della cartella esattoriale, ma bisogna analizzare i tributi inseriti nella richiesta di pagamento (ad esempio: Imu, bollo auto, ecc.); ciascuno di questi tributi seguirà il suo iter di prescrizione.

I termini di prescrizione delle cartelle esattoriali, in linea generale sono i seguenti:

  • Ires: 10 anni
  • Irpef: 10 anni
  • Irap: 10 anni
  • Iva: 10 anni
  • Imposta di registro: 10 anni
  • Imposta di bollo: 10 anni
  •  Imposta catastale: 10 anni
  • Canone Rai: 10 anni
  • CCIAA: 10 anni
  • Tasi: 5 anni
  • Tosap: 10 anni
  • Imu: 5 anni
  • Tari: 5 anni
  • Contributi Inps e Inail: 5 anni
  • Multe stradali e sanzioni amministrative: 5 anni
  • Bollo auto: 3 anni
  • Sentenze di condanna per cartelle di pagamento:  10 anni.

Per le imposte la decorrenza della prescrizione inizia dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello del tributo dovuto.

Come chiedere l’annullamento per prescrizione

Detto questo, la prescrizione è subentrata dal fattore temporale dell’ iscrizione a ruolo del bollo auto notificata il 14/12/2012 e la successiva notifica avvenuta il 19/02/2018, almeno da quanto riporta sembrerebbe così. In riferimento all’ICI, a mio avviso non vi è prescrizione. Le consiglio comunque di rivolgersi ad un consulente.

Per poter far valere il diritto alla prescrizione deve presentare ricorso in autotutela, lo può presentare direttamente lei senza bisogno di un avvocato. Troverà il modulo e tutte le indicazioni in quest’articolo: Autotutela per annullare i debiti (istruzioni e modulo in pdf)


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”