Bollo auto non pagato possibile rateizzare la cartella esattoriale

Bollo auto non pagato e cartella esattoriale con sanzione e interessi, è possibile la rateizzazione in 72 rate, ecco cosa fare.

Il bollo auto è una tassa da pagare annualmente sul possesso di un veicolo (funzionante o meno); questa è una delle tante tasse odiate dagli italiani in quanto possedere un auto per la maggior parte dei contribuenti italiani è una necessità (per lavoro, per la famiglia, ecc.). È una tassa inconcepibile perché già i carburanti per alimentare le auto sono tassati e subiscono ogni anno un aumento gravando sul contribuente. Questo è uno dei motivi per cui viene dimenticata ed è quella meno pagata, anche se poi si rischia di pagare il doppio e in alcuni casi il triplo per l’aggravio di sanzioni e interessi. Esaminiamo il caso di un nostro lettore che ci chiede consigli su come arginare il problema del mancato pagamento del bollo auto.

Bollo auto non pagato: da 300 euro è arrivato 1.400 euro

Buonasera, vorrei Gentilmente avere un vostro consiglio: io lavoro e tra l altro non sono assicurato, ho una moglie e 2 figli, uno sta a Londra fortunatamente, ma l’altro ce l’ho in casa, ovviamente non trova lavoro, e mia moglie anche lei disoccupata.

Non avendo pagato 300 euro al primo avviso, mi sono arrivati 1400 euro da pagare tutto x una volta, ora mi chiedo: come o cosa devo fare per risolvere il problema, io arrivo a stento a prendere 1000 euro al mese, quando lavoro tutti i giorni, in questo caso cosa potrei fare, ho letto che a rate lo si poteva fare solo se non superava 1000 euro, cosi invece non mi permettono di saldare la somma, potete darmi un consiglio? Una soluzione!!! Grazie

Prescrizione e rateizzazione del bollo auto

Le consiglio di verificare prima se il bollo auto è prescritto. La tassa automobilistica si prescrive dopo tre anni dalla scadenza annuale, va ricordato che per scadenza annuale si intende fino al 31 dicembre. I termini si interrompono con la notifica di un avviso di pagamento o cartella esattoriale, e ripartono di nuovo dalla data dell’ultimo documento ricevuto. Se prescritto il bollo auto non si deve pagare e bisogna presentare all’Agenzia delle Entrate di Riscossione un ricorso in autotutela, non c’è bisogno dell’avvocato, troverà tutte le indicazioni e il modulo con le istruzioni in quest’articolo: Autotutela per annullare i debiti (istruzioni e modulo in pdf).

Se non è prescritto e bisogna pagare il debito notificato, allora può accedere alla rateizzazione fino a 72 rate facendo richiesta all’Agenzia delle Entrate Riscossione. Può accedere alla rateizzazione direttamente online tramite il portale dell’Agenzia, può accedere con le credenziali Inps, Fisconline o Spid. Oppure, può recarsi direttamente presso l’ufficio dell’Agenzia (ex Equitalia) di competenza e chiedere la rateizzazione in base alle sue esigenze. 

Per approfondimenti consigliamo di leggere: Cartelle esattoriali: rateizzazione fino a 72 rate (6 mesi)


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”