Bonus 100 euro in busta paga da luglio: dettaglio importi spettanti

Bonus 100 euro in busta paga al debutto dal mese di luglio: ecco a chi spetta e con quale importo.

A partire da luglio le buste paga dei lavoratori saranno più alte grazie al taglio del cuneo fiscale che porterà nelle tasche di chi ha una busta paga un bonus di 100 euro. L’importo, ovviamente, spettante a lavoratori dal 8200 a 40mila euro, superata una certo limite di reddito andrà a calare. Scopriamo di cosa si tratta, a chi spetta e a quanto ammonta in base al reddito da lavoro.

Bonus 100 euro in busta paga

Misura annunciata a inizio anno perchè contenuta nella Legge di Bilancio e pubblicata a febbraio in Gazzetta Ufficiale, il bonus 100 euro in busta paga finalmente è ad un passo dall’esordio. E non poteva capitare in un momento migliore visto che molti sono i lavoratori dipendenti che si trovano in grande difficoltà a causa della crisi lavorativa ed economica derivante dall’emergenza sanitaria di cui l’Italia è stata vittima.

A partire dal prossimo mese, quindi, il Bonus Renzi si trasforma e diventa, grazie al taglio del cuneo fiscale bonus da 80 a 100 euro, in base al reddito del lavoratore.

Vediamo che cifra spetterà ai lavoratori in base al reddito percepito.

Bonus 100 euro: che cifre spettano?

Per i lavoratori dipendenti che già sono beneficiari del bonus Renzi in forma intera (parliamo, quindi, di redditi da 8200 a 24.600 euro) l’importo spettante sarà di 100 euro con un aumento di 20 euro al mese in busta paga.

Per i lavoratori, invece, che percepivano il bonus Renzi in forma ridotta (reddito compresi tra 24600 e 26.600) spetterà un bonus di 100 euro, con un aumento più corposo in busta paga.

Per i lavoratori, esclusi dal bonus Renzi fino ad ora, con redditi compresi tra 26.600 e 28mila euro il bonus spettante è di 100 euro, con un aumento della busta paga di 100 euro.

Per i lavoratori, esclusi dal bonus Renzi fino ad ora, con redditi compresi tra 28mila e 35mila il bonus spettante è decrescente con cifre che variano dai 97 euro spettanti a chi ha un reddito di 28mila euro e gli 80 euro spettanti a chi ha un reddito fino a 35mila euro.

Per i lavoratori con reddito compresi tra 35mila e 40mila euro l’importo del bonus andrà a scalare al crescere dei redditi e nello specifico:

Per redditi da 35000 a 36000 euro spetterà un beneficio annuo di 768 euro, pari poco più di 64 euro al mese.

Per redditi da 36000 a 37000 euro spetterà un beneficio annuo di 576 euro, pari poco più di 48 euro al mese.

Per redditi da 37000 a 38000 euro spetterà un beneficio annuo di 384 euro, pari poco più di 32 euro al mese.

Per redditi da 38000 a 39000 euro spetterà un beneficio annuo di 192 euro, pari a 16 euro al mese.

A 40mila euro di reddito il bonus si azzera.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.