Bonus 100 euro in busta paga: i redditi medio bassi sono svantaggiati

Il bonus 100 euro in vigore da luglio favorirà i redditi medio alti mentre quelli medio bassi avranno un vantaggio di molto minore.

Da luglio arriva il bonus 100 euro in busta paga che deriva dal taglio del cuneo fiscale. A riceverlo moltissimi lavoratori visto che la misura comprende redditi tra gli 8200 e i 40 mila euro. La maggiorazione in busta paga che i lavoratori troveranno, però, non sarà sempre di 100 ma potrà variare da un minimo di 20 euro a un massimo di 100. Scopriamo perchè e chi saranno i meno avvantaggiati dalla misura.

Bonus 100 euro e redditi più bassi.

Ad essere meno avvantaggiati dalla misura sono, ovviamente, i redditi più bassi: i lavoratori con redditi tra 8200 e 24.600  euro l’anno sono quelli che riceveranno l’incremento più basso in busta paga.

Tali lavoratori, infatti, avendo percepito fino a giugno il Bonus Renzi di 80 euro in busta paga, riceveranno un bonus maggiore di soli 20 euro.

I 100 euro di bonus, infatti, vanno a sostituire il bonus Renzi di 80 euro e per chi già percepiva questo beneficio, quindi, l’apporto del bonus 100 euro sarà minimo, e di soli 20 euro mensili.

Ad avvantaggiarsene maggiormente, invece, saranno i redditi compresi tra 26.600 e 28mila euro l’anno: questi lavoratori, infatti, non avendo mai percepito gli 80 euro di bonus Renzi troveranno un aumento in busta paga di 100 euro.

Beneficio minore per chi ha redditi compresi tra 24.600 e 26.600 euro annui: questi lavoratori, infatti, percepivano un bonus Renzi ridotto (fino all’azzeramento) ed avranno un aumento in busta paga che va dai 20 ai 100 euro mensili.

Anche per i redditi compresi tra 28mila e 35mila euro il bonus spetterà nella misura di 80 euro mensili e anche in questo caso si tratta di un aumento pieno in quanto tali lavoratori non erano percettori del bonus Renzi. Stesso discorso è applicabile anche ai lavoratori con redditi tra 35mila e 40mila euro, anche se in questo caso il bonus è in misura decrescente al crescere del reddito.

Il maggior vantaggio, quindi, come si può notare andrà ai redditi medio alti, mentre ad essere svantaggiati saranno quelli medio bassi. 

Per un approfondimento sull’importo spettante in base al reddito consiglio la lettura dell’articolo: Bonus 100 euro in busta paga da luglio: dettaglio importi spettanti


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.